Google pagherà un miliardo di dollari per rimanere in iOS di Apple

Uno studio di Morgan Stanley ha dimostrato che Google potrebbe pagare alla sua rivale Apple un miliardo di dollari per rimanere come il motore di ricerca dei dispositivi sfornati dall’azienda di Cupertino. Il prezzo per la strana collaborazione sta aumentando, ma a fronte di guadagni esorbitanti.

La cifra – Nonostante il cambio di rotta con l’uscita dell’iPhone 5, che aveva visto la nascita delle nuove mappe targate Apple, l’azienda californiana potrebbe ora proseguire i propri accordi con la rivale Google, che sviluppa il sistema operativo concorrente di iOS, Android. Come spiega uno studio di Morgan Stanley, per far addolcire i dirigenti di Cupertino, potrebbero essere necessari un miliardo di dollari, mentre nel 2009 ne erano bastati 80 per inserire il motore di ricerca più utilizzato del mondo nei dispositivi dell’azienda della mela. Ma le cose sono nettamente cambiate e anche il listino prezzi si deve adeguare di conseguenza.

La bolletta aumenta e anche i guadagni – Google pagherebbe così 3,2 dollari per ogni dispositivo iOS che ha il suo motore di ricerca impostato come opzione principale e la cifra potrebbe aumentare fino a 4,4 dollari nel 2019. Parliamo di numeri davvero esorbitanti anche per i due giganti concorrenti, ma l’operazione è giustificata dagli introiti pubblicitari, che si ridurrebbero ad un quinto per Google se non riuscisse a piazzare il proprio servizio sui dispositivi che utilizzano iOS. E anche Apple ha ovviamente il suo bel guadagno, perché per ogni dollaro incassato dalla sua rivale, riceverà 75 centesimi. Motivi convincenti, quindi, per un matrimonio particolarmente proficuo.