Vendola: la foto col giudice e la vecchiaia serena

Una foto scattata nel 2006 e “ripescata” dal settimanale Panorama ha messo di cattivo umore il leader di Sel, Nichi Vendola. Nei giorni conclusivi della campagna elettorale, il governatore pugliese ha dovuto fare i conti con un’istantanea che lo immortala in compagnia di Susanna De Felice, il gup che lo ha assolto lo scorso ottobre dall’accusa di abuso di ufficio.

La fotografia che Panorama ha deciso di pubblicare qualche giorno fa ritrae un’allegra compagnia riunita intorno a un tavolo. Un’istantanea come tante, ma che – a differenze di altre – potrebbe creare qualche problemino a Nichi Vendola. Il presidente della Regione Puglia vi appare parzialmente, immortalato accanto al compagno Eddy Testa. E poco distante da loro, compare anche Susanna De Felice, il giudice dell’udienza preliminare che pochi mesi fa ha assolto con formula piena il governatore dall’accusa di abuso di ufficio.

Lo scatto, che risale al 2006, sembrerebbe testimoniare una conoscenza tra i due, a differenza di quanto sostenuto dal leader di Sel in passato. A un giornalista che lo ha intercettato ieri a Roma, a margine di un incontro alla sala Capranichetta: “Panorama risponderà in tribunale – ha commentato scuro in viso Vendola – e sarà una delle ragioni per cui avrò una vecchiaia ricca e serena”. E davanti alle insistenze dello stesso giornalista: “Non vorrei portare anche lei in tribunale – ha tagliato corto l’alleato di Bersani – ci interrompiamo qui su questa questione”. 

A inficiare la sentenza emessa dalla De Felice erano già stati i due pm della Procura di Bari, Desirè Digeronimo Francesco Bretoneestensori di una lettera in cui denunciavano il rapporto di amicizia tra il giudice e la sorella del governatore, Patrizia Vendola, che avrebbe – a loro giudizio – condizionato la scelta finale del gup.