Elezioni 2013: Berlusconi vs Femen, su Fb inneggiano alla sua morte

Momenti di scompiglio oggi, presso la scuola Dante Alighieri di Milano, dove Silvio Berlusconi si è recato allo scopo di esercitare il proprio diritto di elettore. L’arrivo del Cavaliere, assediato dai media, è stato occasione per tre ragazze, appartenenti al gruppo delle attiviste femen: Inna Shevchenko, Oksana Shachko e Elvire Duvelle-Charles, di protestare pubblicamente allo scopo di invitare gli italiani a “non votare qualcuno che dovrebbe essere in prigione”. Le ragazze si sono camuffate fra i giornalisti procurandosi dei pass stampa, all’arrivo di Silvio Berlusconi le giovani si sono denudate cercando di avvicinarsi all’uomo; le forze dell’ordine sono immediatamente intervenute evitando qualunque contatto tra le donne a seno scoperto e l’ex Premier.

Le ragazze, particolarmente scatenate, sono state trattenute dalla polizia che le ha portate di peso fuori dalla scuola sino alla questura dove sono state denunciate. Il gruppo Facebook delle Femen ha rivendicato “l’assalto” delle tre militanti ribadendo la volontà di fermare la corsa politica di Berlusconi: gli slogan principali della pagina recitano in inglese “italiani non fatevi fottere da lui” e ancora “la mafia non vincerà, non votate Berlusconi”. Vagamente inquietante la foto che troneggia sullo sfondo della pagina Fb delle Femen: una ragazza truccata da “morte” brandisce una falce, dietro lei la scritta “death to Berlusconi”.