Il principe abusivo, Alessandro Siani parla del suo film

Il principe abusivoAlessandro Siani, l’attore noto per aver recitato in “Benvenuti al Sud” e “Benvenuti al Nord”, parla de “Il principe abusivo”, il film da lui scritto, diretto ed interpretato, che sta ottenendo un grande incasso nelle sale cinematografiche. In un’intervista rilasciata al Tv, Sorrisi e Canzoni dice: “Volevo che il mio film parlasse dei ricchi e dei poveri. Oggi più si va avanti, più si sente la differenza e io ho sentito come una “vox populi” che desiderava il film”. Poi aggiunge: “Volevo una storia che fosse universale. Ci sono dentro meccanismi comici classici, quelli del “Conte Max” o “Miseria e nobiltà” e anche “Cenerentola”: la favola è fondamentale, il film ha un finale ottimista. Vince l’amore ma vincono anche la tolleranza e la solidarietà, una parola usata pure troppo, ma importante”.

A proposito dell’amore, ad Alessandro Siani, nel corso dell’intervista, viene chiesto cosa ha fatto per conquistare una donna. “Nulla. Anzi, ricordo che c’era questa cosa di fare le serenate e una volta un amico mi disse: Dai, vai sotto al balcone a cantare. Io lo esclusi categoricamente, ma siccome quello insisteva, alla fine gli ho detto: Quella abita al pianterreno, che faccio, mi metto in un tombino con la chitarra in mano?” Per quanto invece riguarda i suoi progetti lavorativi futuri Alessandro Siani rivela che gli piacerebbe fare un one man show, che tra l’altro un di tempo fa gli è stato proposto dalla Rai. “Vorrei portare in tv, in punta di piedi, quello che faccio a teatro da venti anni”.