Striscia la notizia: la superficialità del voto all’estero

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:22

Striscia la Notizia– Il  telegiornale satirico, Striscia la Notizia, in onda su Canale 5 alle 20.40 circa, ideato e scritto da Antonio Ricci, e condotto da Ezio Greggio e Ezio ‘Enzino’ Iacchetti nel corso della puntata di questa sera, mercoledì  27 febbraio, mostrerà  con quanta superficialità e disinvoltura venga gestito il voto dei cittadini italiani residenti all’estero.

Le fasi iniziali – Questa sera a Striscia la Notizia, un italiano residente da otto anni in Spagna e più precisamente a Barcellona spiegherà  la procedura adottata per il voto dei nostri connazionali all’estero. In primo luogo, il Consolato Italiano spedisce la scheda elettorale tramite posta ordinaria, con la possibilità che questa venga persa oppure che possa essere ritirata da una persona diversa dal destinatario.

Lo stato delle schede- Le schede non sono né firmate, né timbrate, quindi è logico pensare che nessuno può verificare se qualcuno voti al posto di un altro. Il segnalatore dei tg satirico  sottolinea, invece, come alle precedenti elezioni europee a Barcellona fosse stato allestito un seggio. Comunque, dopo aver votato, il connazionale mette la scheda in una busta e la spedisce al Consolato Italiano. Tutto questo però fa sorgere dubbi e perplessità! Infatti, come di consueto, il voto degli italiani all’estero presenta concrete possibilità di comportamenti scorretti con la probabilità  che vengano inficiate le votazioni pervenute al Consolato.