Che Dio ci aiuti 2 riassunto: seconda puntata

Dalla puntata andata in onda ieri, giovedì 28 febbraio, su Rai 1. Successo dopo successo, risata dopo risata Elena Sofia Ricci è tornata a vestire i panni di Suor Angela incollando tutti davanti al teleschermo con la messa in onda della prima puntata della seconda serie. Ora, attendendo i dati Auditel riguardanti la seconda puntata, andata in onda ieri sera, venerdì 28 febbraio, su Rai 1, riassumiamo cosa è successo nel terzo e nel quarto episodio per capire bene che piega hanno preso le vicende degli amati personaggi interpretati da Francesca Chillemi che nella fiction è Azzurra, Lino Guanciale che interpreta Guido Corsi, Miriam Dalmazio (Margerita), Laura Glavan (Nina), Valeria Fabrizi (Suor Costanza) e da tanti, tantissimi altri.

Primo episodio: Il ricatto. Dopo una telefonata abbastanza allarmante Suor Angela corre in ospedale per accertarsi della salute di Margherita che ha avuto un incidente in macchina. Quando la ragazza le racconta cosa è successo sono presenti anche i carabinieri che devono accertarsi dell’accaduto e che le comunicano che i dati relativi al suo alcoltest segnalano il fatto che fosse ubriaca. Margherita spiega a tutti che, uscita dalla festa per la promozione della dottoressa Clini, si era messa alla guida dell’auto della sua responsabile e che una moto le aveva improvvisamente tagliato la strada, ma la stessa Suor Angela non crede ad una parola uscita dalla bocca della sua ragazza. Quando il motociclista entra in coma Margherita, che pensava di rischiare solo il ritiro della patente, vede messa in discussione tutta la sua carriera ed il suo sogno di diventare medico. La ragazza racconta tutta la verità a Suor Angela che chiede aiuto a Guido ed insieme cercano il modo giusto per far emergere la verità. Inizialmente, però, le cose sembrano andare peggio. Quando Margherita dice che ha dovuto mentire per la dottoressa e accusa il suo superiore i medici dell’ospedale fanno muro contro di lei ed il dottor Limbiati stesso le dice di non volerla più vedere in corsia. Presa dalla disperazione la stessa Margherita cerca di riparlare con Umberto per dirgli di aver capito che la Clini sia affetta dal morbo di Alzheimer mentre continua a cercare di discolparsi. Per fortuna, però, alla fine la verità viene a galla. Giunta davanti alla commissione di inchiesta dell’ospedale, mentre Suor Angela ed Azzurra aspettano fuori dall’aula, viene salvata dallo stesso dotto Limbiati che chiede udienza dopo essere stato spinto ad indagini interne, di nascosto, dallo stesso Guido. Nel mentre Davide strappa dal quaderno i compiti appena fatti per ricevere attenzioni ed Azzurra, con in mano una lista di scapoli d’oro, finisce per uscire con Umberto, un ex amico di Guido, da cui viene lasciata proprio perché Guido fa capire all’amico che la ragazza non è un semplice passatempo.

Secondo episodio: Io sono nessuno. Nel secondo episodio in convento viene ospitato un uomo che ha perso la memoria e che Suor Angela decide di chiamare Ulisse. Quello, però, che potrebbe sembrare il gigante buono della situazione, e che viene assunto come giardiniere, si rivela essere il peggiore degli strozzini. Così, mentre Margherita cerca di far colpo sul dottor Limbiati, di cui subisce il fascino, ed Azzurra esce con un ricco negoziate che credendo che sia la madre di Davide li scarrozza avanti ed indietro all’interno della sua Ferrari cabrio, Suor Angela deve preoccuparsi, oltre che del convento e delle sue ragazze, anche  di Ulisse. Guido, quindi, continua a vegliare su tutti ed inizia a preoccuparsi per Davide che, a causa dei viaggi in Ferrari, si è beccato una bella congiuntivite. Solo Suor Angela, però, si accorge che il bambino ha bisogno di scarpe nuove perché quelle che ha gli fanno male ai piedi, ma che non vuole buttare perché sono uno dei ricordi della madre morta. Quando Ulisse manda la lettera per dire che ha deciso di costituirsi tutto sembra essersi risolto al meglio, ma Chiara, la figlia del Rettore dell’Università, annuncia alla suora di essere incinta.