Billie Joe racconta a Rolling Stone il suo periodo più buio

Billie Joe Armstrong ha parlato per la prima volta del suo difficile periodo al magazine Rolling Stone, dopo essere stato dimesso dalla clinica in cui si era fatto ricoverare volontariamente.
Le date del tour dei Green Day che erano state cancellate sono state sostituite, la prima apparizione pubblica della band al completo è prevista per il 10 marzo e il leader della band ha spiegato quello che ha vissuto negli ultimi mesi.
Durante l’intervista rilasciata alla rivista il cantante e chitarrista ha spiegato che non si era reso conto veramente degli effetti che l’alcol e l’abuso di sostanze stavano avendo su di lui.

Billie Joe ha rivelato che il suo comportamento all‘iHeartRadio ha spinto il suo manager a convincerlo ad entrare in rehab. L’artista non si ricorda molto di quanto accaduto, ma il giorno successivo ha chiesto a sua moglie Adrienne cosa fosse successo a Las Vegas e lei gli ha spiegato quello che aveva fatto sul palco dell’evento. Il passo successivo è stato chiamare il suo manager che gli ha detto: “Sali su un aereo, torni subito a Oakland e entri immediatamente in rehab“.
Il cantante ha spiegato che perdeva i sensi dopo aver bevuto, oltre ad abusare ogni giorno dei suoi medicinali contro l’ansia e l’insonnia: “ho iniziato a mischiarli fino a un punto che non sapevo cosa stavo prendendo durante il giorno e cosa durante la notte. Era la mia routine quotidiana“.
I mesi in cui Billie Joe si risvegliava senza ricordarsi dove fosse e come ci fosse arrivato sembrano finiti e i Green Day stanno programmando un ritorno in grande stile con una serie di concerti, un tour mondiale che arriverà anche in Italia, e la presentazione dei due documentari Cuatro! e Broadway Idiot.