Britney Spears sostiene la campagna contro il bullismo

La cantante Britney Spears ha deciso di sfruttare la sua popolarità per sostenere una causa che le sta molto a cuore.
L’anno scorso aveva suscitato molto scalpore l’iniziale divieto rivolto ai minori di assistere al documentario Bully, dedicato al fenomeno del bullismo tra gli adolescenti. Il team che aveva realizzato il lungometraggio e l’opinione pubblica si erano schierati a sostegno di una visione aperta a tutti i teenager, veri destinatari del messaggio e potenziali vittime di atti violenti da parte dei loro coetanei tra i corridoi delle scuole e nella vita di tutti i giorni.
Negli Stati Uniti, nella serata di giovedì, è stato mandato in onda The Bully Effect: un nuovo documentario che segue l’impatto del movimento anti bullismo.

La popstar internazionale poco dopo la trasmissione ha quindi usato il suo profilo Twitter per sostenere il progetto. Britney ha inviato un tweet di supporto: “Sostengo @AC360 e @bullymovie nell’unirsi al movimento che vuole porre fine al bullismo nella nostra generazione!“.
The Bully Effect è andato in onda sulla CNN all’interno del programma Anderson Cooper 360 e verrà replicato nelle giornate del 3 e 9 marzo, per permetterne la visione a chi non ha ancora potuto assistere alla trasmissione.
Il documentario segue le storie di numerose persone che erano state protagoniste nel 2012 di Bully, per capire come le loro vite siano cambiate dopo la testimonianza da loro effettuata davanti alle telecamere  grazie all’aiuto delle organizzazioni che lottano contro il bullismo.