Home Spettacolo

Domenica Live: Michele Misseri minaccia il suicidio

CONDIVIDI

Dalla diretta di oggi su Canale 5. Dopo il dibattito politico su Grillo, Barbara D’Urso, poco fa, è rientrata dalla pubblicità per dare spazio ad una nuova intervista a Michele Misseri. La conduttrice di Domenica Live, in onda ora, domenica 3 marzo, su Canale 5, ha ospitato, in collegamento esterno, il Misseri anche se, in una sua stessa precedente intervista si era sottolineato come quella fosse l’ultima apparizione televisiva. Durante l’intervista è successo di tutto. Si è sentito la giornalista, Ilaria Cavo, al fianco di Misseri, dire all’uomo di specificare meglio i concetti e non dare troppo per scontato, ma, soprattutto, si è sentito lo stesso Misseri, in chiusura, dire che Sarah Scazzi non potrà mai riposare in pace perché la verità non verrà mai a galla. I giudici non credono che sia stato solo lui ad ucciderla e il contadino si è detto disposto ad attendere fino alla Cassazione, ma dopo, e lo ha sottolineato più volte, se Sabrina e Cosima, moglie e figlia, verranno lasciate in carcere, lui si suiciderà.

L’intervista. Iniziando con parecchi problemi, lo stesso Misseri dice: “Non si sente, non si sente” e la Cavo gli intima: “Si sforzi, Misseri” l’intervista prosegue nel peggiore dei modi offrendo uno spettacolo che trova, subito, almeno su Twitter, parecchie critiche e polemiche. Nonostante tutto lo zio di Avetrana, riguardo alle parole del Pm Buccoliero, mandate in onda tramite un rvm, dice: “Non ricordavo bene perché stavo coi tranquillanti, non sapevo nemmeno di averla accusata Sabrina. Quando l’ho accusata per la seconda volta era la falsa perché doveva essere un incidente.” Più volte, Misseri, ripete “la falsa”, mandando tutti in confusione e confondendo ancora di più le acque. Ciò che in realtà, però preme di più alla conduttrice è che sia lui che il suo avvocato confermino il fatto che l’unico colpevole dell’uccisione della piccola Sarah sia lui.

La chiusura. La D’Urso sottolinea il fatto che, secondo Misseri, nessuno gli creda e nessuno voglia realmente prendere in considerazione che solo lui sia l’artefice di tutto. Michele, poi, sottolinea questo concetto raccontando come gli inquirenti gli abbiano fatto sollevare un masso molto pesante e un carabiniere e che, nonostante queste prove di forza, fini a se stesse, perché Sarah pesava molto meno del carabiniere, nessuno abbia dato ragione alle sue esternazioni. Nonostante l’ingresso degli avvocati, dei capi di accusa e dei vari problemi legali dello stesso Misseri, la conduttrice manda in onda un altro filmato con protagonista la mamma di Sarah. La donna si è recata nel luogo dove sua figlia era stata sepolta e dopo averlo visitato per alcune sue private considerazioni ha detto ai microfoni dei giornalisti che anche lei non credeva che avesse potuto fare tutto solo zio Michele. Oltre, quindi, a offrire a Misseri, ancora una volta, l’opportunità di ribadire la sua colpevolezza, fa in modo che la D’Urso chieda al suo intervistato che fine ha fatto la promessa che gli aveva strappato. Ha chiesto perdono a Cosima? Da qui in poi le cose degenerano. Misseri dice di non essere andato a casa dalla mamma di Sarah e poi sostiene più volte, facendo arrabbiare Barbara, che la piccola non potrà riposare in pace perché la verità non verrà a galla e che se le sue donne rimarranno in carcere con l’accusa di omicidio lui si ucciderà.

photo credit: Simone Tagliaferri via photopin cc