Serie A, ventisettesima giornata, il pagellone dell’ignoranza – il top e flop più amarcord del web

Dopo lo speciale derby, torna il canonico pagellone dell’ignoranza (a cura di ‘Tutti a trans con Nicolone Berti’, fanpage che se non likate immediatamente vi cascano le mani – e addio onanismo –), dedicato alla ventisettesima giornata di Serie A. Una giornata piena di spunti, sin dagli anticipi: se il venerdì Napoli e Juventus danno vita ad una vita assolutamente godibile (con tirate di capelli e gomitate alla Tassotti annesse), il sabato il Milan annienta una Lazio irriconoscibile grazie anche ad una doppietta di sua gregarietà Pazzini (gregario che quando vede biancoceleste si trasforma in una punta di diamante: perché non pensare ad un futuro alla Roma?). La domenica quindi l’Inter riesce a vincere sul difficilissimo campo del Catania per 3-2 (dopo essersi trovato per oltre 50′ sotto per 2-0) e nel posticipo Totti porta la Roma alla vittoria e se stesso al secondo posto della classifica dei marcatori di tutti i tempi della Serie A. Tanti altri sono gli spunti, ma per quelli c’è NN e il sempre più che gradito pagellone dell’ignoranza.

TOP THREE

BRONZE – BERHAMI
Ambasciatore svizzero del cattivo gusto, Valery sembra uno scumb bag delle periferie londinesi. I capelli ossigenati alla Trainspotting e i tatuaggi da pub, ne fanno il prototipo del tamarro punk post moderno che non c’entra niente col calcio. Eppure lo svizzero di origini albanesi si merita la palma di migliore in campo nel match scudetto tra Napoli e Juventus, macinando kilometri su kilometri e recuperando almeno un miliardo di palloni. Nonostante i piedi fabbro e la faccia da tossico, Valery vince il confronto con Allegria Pirlo. Nel post partita dichiarerà: “a dire la verità del calcio non m’importa un granché, il mio sogno è partecipare alla prossima edizione di Tamarreide”. Parola d’ordina: delinquenza. Voto 8.

SILVER – PAZZINI
Antidivo per eccellenza, da anni il Pazzo deve combattersi il posto da titolare con compagni di squadra molto più glamour di lui. L’ultimo in ordine di tempo è stato Mario Trapanatore Balotelli, che con il suo arrivo a Milano ha riacceso l’enusiasmo dei tifosi rossoneri, costringendo ancora una volta il Pazzo ad accontentarsi del ruolo di secondo. Eppure Gianpy non si e scoraggiato e dopo aver segnato 14 gol contro il Bologna, sabato ha sera ha dimostrato ancora un volta le sue doti. Più stempiato di un quarantenne stressato e dotato dello stesso sex appeal del cugino tossicodipendente di Ariel Ortega, la cosa che sa fare meglio e buttarla dentro e inventarsi esultanze tanto idiote quanto brutte da vedere. Nello scontro Champions tra Milan e Lazio si dimostra protagonista assoluto. Nerd. Voto 8,5.

GOLD-DIAMANTI
Di chiarissime origini gitane, per anni Diamanti si è mantenuto rubando autoradio e cerchioni insieme al cugino Remy. Dotato di un sinistro che ricorda quello di Better Signori, Diamonds incute terrore nei diretti avversari mostrando loro i denti d’oro e l’avambraccio sinistro, la parte del corpo in cui si tatua una tacchetta ogni volta che compie un omicidio. Nella sfida con il Cagliari guida la propria squadra al trionfo con una prestazione da dieci e un gol pazzesco. In molti nel post partita si sono posti dei dubbi sulla pessima prestazione del portiere cagliaritano Agazzi. Pare che Diamanti abbia mandato due dei suoi nipoti piu delinquenti a sequestrare l’intera famiglia del portiere cagliaritano, obbligandolo a giocare malissimo. La famiglia Agazzi viene ritrovata domenica sera dentro un Fiat Doblò parcheggiato in un autogrill sulla A4 direzione Venezia. Il gipsy del calcio colpisce ancora. Voto 10.

FLOP – CASSANO
Dotato della stessa intelligenza di Paperino, Fantantonio delude ancora un volta chi gli ha dato fiducia. Dopo la pessima figura verso il popolo milanista e quello blucerchiato, nell’allenamento di venerdì insulta il suo attuale tecnico Stramaccioni. Tanto brutto quanto talentuoso, Antonio da Bari Vecchia avrebbe dovuto restare nella sua città natale a fare il pacheggiatore abusivo o lo scippatore. Nella partita con il Catania la sua Inter vince in rimonta mentre lui pare fosse alle giostre di Parco Sempione insieme all’ex compagno di squadra Ennynaia e tre trans brasiliane amiche di Maicon. Avesse avuto un decimo della materia grigia di Peter Griffin probabilmente oggi sarebbe uno dei giocatori piu forti al mondo. Topexan. Voto 2.

Capitoli precedenti:
Olanda-Italia 1-1, il pagellone dell’ignoranza – il top e flop più amarcord del web.
Serie A, ventiquattresima giornata, il pagellone dell’ignoranza – il top e flop più amarcord del web.
Serie A, venticinquesima giornata, il pagellone dell’ignoranza – il top e flop più amarcord del web.
Serie A, il pagellone dell’ignoranza – il top e flop più amarcord del web: Speciale Derby

E per seguire quotidianamente le perle di “Tutti a trans con Nicolone Berti”, basta un semplice click.