“L’impresa di essere donna”: a Cosenza si celebra la Festa dell’8 marzo con un convegno

“L’impresa di essere donna”  è il titolo del convegno organizzato dall’Unsic (Unione nazionale sindacale imprenditori e coltivatori) di Cosenza e di Acri per celebrare la Festa dell’8 marzo.

Un momento per confrontarsi e rievocare la memoria storica di una giornata celebrata con finalità esclusivamente commerciali. La giornata internazionale della donna, infatti, è molto altro: è frutto di rivendicazioni sindacali e politiche. Nel corso dell’incontro si parlerà anche di violenza sulle donne e del fenomeno del “Femminicidio” sempre più in affermazione.

Altro tema oggetto di discussione sarà la  Riforma Fornero, la quale guarda direttamente all’universo femminile: sono stati introdotti diversi strumenti a sostegno dell’occupazione femminile, come il congedo parentale obbligatorio e facoltativo per i papà, i bonus baby sitter per le nuove mamme e gli incentivi finalizzati all’assunzione delle donne del Sud.

Si dibatterà ancora di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro ma da una prospettiva di genere: è importante  fare prevenzione in azienda tenendo conto delle variabili fisiche e sociali di uomini e donne.

Il convegno si terrà l’8 marzo, alle 16,30, presso la sede Unsic di Acri (Cosenza) di via Thomas Edison. Introdurrà ai lavori il dott. Carlo Franzisi, presidente dell’Unsic provinciale di settore. Seguiranno gli interventi dell’avv. Luigi Maiorano, vice sindaco facente funzioni del Comune di Acri e della dott.ssa Anna Vigliaturo, assessore con delega al Bilancio del Comune di Acri.

La relazioni saranno, poi, affidate alla dott.ssa Maria Cristina Abbruzzese, responsabile Fiscale di Cesapi imprese e alla dott.ssa Pamela Franzisi, Ufficio stampa Unsic e direttrice del centro di formazione Aifos.