Classifica Serie A: Juventus a +9, risale il Parma, Palermo a fondo

Classifica Serie A – La Juventus vola a +9, il Parma risale, il Palermo vede avvicinarsi lo spettro della Serie B: in attesa dei due posticipi in programma questa sera (l’Inter se la vedrà con il Bologna, la Lazio affronterà la Fiorentina), i risultati della 28^ giornata cambiano in maniera forse decisiva la classifica della Serie A. A sorridere è soprattutto Antonio Conte: grazie al gol in pieno recupero di Giaccherini, la Juventus supera lo scorbutico Catania e si avvicina prepotentemente al suo secondo scudetto consecutivo. Dopo quattro pareggi consecutivi, infatti, il Napoli crolla a Verona e dice addio ai sogni tricolore: il Chievo si impone 2-0 e tiene le distanze dalla terzultima piazza, Mazzarri resta fermo a quota 53 e ora rischia di perdere anche il secondo posto.

Il Milan sogna – A due sole lunghezze dai partenopei c’è il Milan, vincente contro il Genoa nel primo anticipo di venerdì sera e ora a caccia della clamorosa qualificazione diretta alla prossima Champions. Si accontenterebbe di un posto in Europa League, invece, la Roma di Andreazzoli, che ieri ha rallentato la sua rincorsa: con il pareggio di Udine, i giallorossi si sono portati a 3 punti dalla quinta piazza (ma stasera potrebbero essere di più). Torna a sorridere il Parma, che non assaporava il gusto della vittoria da oltre due mesi: grazie al poker rifilato al Torino, Donadoni aggancia il 10° posto e resta a +11 sulla zona rossa.

Siena, tre punti d’oro – Punti pesantissimi anche quelli conquistati da Atalanta e Cagliari, che superano rispettivamente il Pescara e la Sampdoria a e restano a distanza di sicurezza dalla terzultima piazza, ora occupata dal Siena. I toscani, partiti con 6 punti di penalizzazione, sbancano Palermo e ora sono a -2 dalla zona salvezza: per i siciliani, la sconfitta nello scontro diretto ha il retrogusto amaro della condanna. Ecco la classifica dopo 28 giornate: Juventus 62, Napoli 53, Milan 51, Inter* 47, Lazio* 47, Fiorentina* 45, Roma 44, Catania 42, Udinese 41, Sampdoria 35, Parma 35, Cagliari 34, Atalanta 33, Torino 32, Bologna* 32, Chievo 32, Genoa 26, Siena 24, Palermo 21, Pescara 21 (* una partita in meno).