La Warner Bros dona al museo Smithsonian costumi e oggetti di scena

Gli appassionati di cinema da questa settimana hanno nuovi validi motivi per andare a visitare lo Smithsonian’s National Museum of American History.
La Warner Bros ha, infatti, donato al museo più di trenta oggetti di scena usati nella realizzazione dei film prodotti dalla major. La donazione è stata accolta con estremo piacere dal direttore della struttura, John Gray, che ha voluto spiegare come l’obiettivo sia quello di raccontare la storia americana in modo esauriente, dichiarando: “I film sono una parte integrante dei questa cultura e della nostra vita quotidiana, modellando come identifichiamo noi stessi come americani“, per poi aggiungere che il lavoro della Warner Bros è stato una parte importante della cultura e gli oggetti regalati saranno molto utili per documentare la storia della nazione.

Tra i tanti oggetti entrati in possesso del museo ci sono i pupazzi utilizzati per la realizzazione in stop-motion del film La sposa cadavere, del regista Tim Burton, ma anche abiti usati da Paul Newman e diversi costumi.
Tra i capi creati per i lungometraggi targati Warner che saranno esposti negli spazi dello Smithsonian ci sono quelli ideati per il film Batman & Robin del 1997 e indossati da George Clooney in uno dei più grandi flop della sua carriera, il completo indossato da Christopher Reeve in Superman III e l’outfit in cui l’attrice Halle Berry ha dato vita a Catwoman in un dimenticabile lungometraggio accolto freddamente da critica e pubblico.