Serie A, Giudice Sportivo: 9 squalificati, due turni a Spolli

Sono 9 i giocatori squalificati dal Giudice Sportivo dopo le partite della 28^ giornata di Serie A. Di questi, uno solo dovrà scontare due turni: si tratta di Nicolas Spolli, fermato “per avere, al termine della gara, al rientro negli spogliatoi, assumendo un atteggiamento intimidatorio, rivolto ripetutamente all’Arbitro un’espressione insultante“; il difensore del Catania dovrà anche pagare una multa di 5.000 €. Gli altri otto giocatori sono stati squalificati tutti per una giornata: sono Kevin Constant del Milan, Maurizio Domizzi, Thomas Heurtaux e Maicosuel dell’Udinese, Luca Rossettini del Cagliari, Giuseppe De Luca dell’Atalanta, Hernanes della Lazio e Juan Jesus dell’Inter.

Maran e Colantuono graziati – Nonostante l’espulsione dello Juventus Stadium, Rolando Maran sarà regolarmente in panchina sabato prossimo in occasione di Catania-Udinese: il tecnico degli etnei è stato punito con un’ammonizione con diffida e multa di 5.000 € “per avere, al 35° del primo tempo, nonostante un precedente richiamo, contestato platealmente una decisione arbitrale“. Stessa pena per Stefano Colantuono, tecnico dell’Atalanta, punito “per essere, al 50° del secondo tempo, uscito dall’area tecnica“, e per Andrea Sardini, allenatore dei portieri della Sampdoria, reo di “avere, al 40° del primo tempo, contestato platealmente l’operato arbitrale“. Semplice ammonizione, invece, per Mariano Coccia, preparatore dei portieri dell’Atalanta, colpevole di “avere, al 43° del secondo tempo, indirizzato ad un calciatore avversario un gesto di dissenso“.

I club – Il Genoa dovrà pagare una multa di 30.000 € “per avere suoi sostenitori: 1) rivolto, al 25° del primo tempo, ad un calciatore della squadra avversaria cori costituenti espressione di discriminazione razziale; 2) indirizzato, nel corso del secondo tempo, fasci di luce-laser sui calciatori della squadra avversaria; 3) lanciato, al 30° del secondo tempo, alcune monete ed accendini verso un Arbitro addizionale ed il portiere della squadra avversaria; 4) rivolto reiteratamente, nel corso della gara, cori insultanti agli Ufficiali di gara“. Meno salate le altre multe: 10.000 € alla Lazioper avere suoi sostenitori, all’inizio della gara e per qualche minuto, esposto quattro striscioni dal contenuto insultante nei confronti del Presidente dell’U.E.F.A.“, 4.000 € alla Juventusper avere suoi sostenitori, al 4° del primo tempo, indirizzato un coro ingiurioso nei confronti di un calciatore di altra società“, 4.000 € al Palermoper avere suoi sostenitori, al 45° del secondo tempo, lanciato sul terreno di giuoco una bottiglia“.