Striscia la Notizia: assenteisti all’Università La Sapienza di Roma

Valerio Staffelli smaschera i fannulloni. Nella puntata di Striscia la Notizia, il tg satirico targato Mediaset, condotto da Ezio Greggio ed Enzino Iacchetti, in onda questa sera, martedì 12 marzo, su Canale 5, dalle 20 e 40 circa, Valerio Staffelli è andato all’Università. Cosa ha scoperto lo storico inviato del programma? Staffelli ha stanato i fannulloni assenteisti de La Sapienza di Roma.

La puntata. Nella puntata di questa sera, infatti, all’interno di una nuova inchiesta sull’assenteismo tra i dipendenti pubblici, perché Striscia la Notizia ha preso a cuore l’argomento e ha deciso di indagare al meglio sull’operato di tutte le categorie che operano nel settore pubblico, non dimenticando proprio nessuno, Valerio Staffelli si è recato all’Università La Sapienza di Roma, non per ricevere una laurea ad honorem, laurea che, forse, dopo le immagini andate in onda potrà vedere solo con il cannocchiale, ma per rendere noto, almeno a tutti i telespettatori della trasmissione, che numerosi impiegati dell’Ateneo hanno il compito di vidimare, oltre al loro badge, anche quello di parecchi loro colleghi.  Le immagini hanno mostrato come alcuni furbetti, infatti, davanti alla macchina obliteratrice, hanno timbrato più tesserini falsificando così il documento che attestava la presenza dei loro amici e colleghe. Nelle immagini si vede chiaramente, poi, che qualcuno ha eseguito l’illegale operazione per ben tre volte.

I premi di Staffelli e le reazioni. Poteva, però, l’inviato di Striscia, recarsi all’Università a mani vuote? L’inviato ha dapprima consegna il tocco, ovvero il copricapo dei laureati, e la laurea honoris causa in timbratura folle agli impiegati colti in fallo, poi ha recapitato il famosissimo Tapiro d’oro al Rettore Luigi Frati.  Lo stesso Rettore, infatti, abbacchiato per quello che è successo nel suo Ateneo, dopo aver visto le immagini incriminanti, riconoscendo la gravità dei fatti, ha promesso di intervenire tempestivamente e prendere i necessari provvedimenti.