Cina, robot al posto dei camerieri

Che sia la nuova frontiera della ristorazione o una trovata non si sa. Senz’altro vedere dei robot che servono i clienti ha del curioso.

Succede ad Harbin in Cina, dove in un ristorante non lavorano persone ma robot. Come in tutti i ristoranti, queste macchine hanno le loro mansioni: dall’accoglienza dei clienti, all’accompagnamento ai tavoli fino alle portate. In più ce ne sono anche tanti in cucina a preparare o lavare i piatti. Tutte le azioni dei robot sono programmate e sei muovono seguendo dei sensori.

Non è la prima volta che un esercizio sceglie la robotica. Al ristorante Baggers di Norimberga, con un touch-screen si scelgono le pietanze che- attraverso uno scivolo-giungono dalla cucina al tavolo. Due esempi di meccanica anche in settori considerati unicamente per l’uomo. Se è vero che la tecnologia ha migliorato la vita, c’è da dire che in questi casi ha “sottratto” lavoro agli esseri umani. Secondo i proprietari del ristorante cinese, i tempi di produzione dei robot sono più veloci rispetto a quelli di uomini in carne ed ossa tanto che non è arrivata critica sulle prestazioni robotiche. Finora sono solo queste le aziende che nel mondo della ristorazione hanno deciso di puntare su macchine.