Dimissioni Terzi, Napolitano convoca Monti: Atto irrituale

Napolitano convoca Monti – Dopo le dimissioni del Ministro degli Esteri, Giulio Terzi, il Capo dello Stato ha convocato il premier Mario Monti definendo il passo indietro di Terzi come “un atto irrituale”.
Secondo indiscrezioni, infatti, la linea decisa dal governo era un’altra, e la decisione di Terzi è stata quindi una sorpresa per lo stesso Monti che ha commentato: “Ho preso atto con stupore della dichiarazione del ministro degli Affari Esteri Giulio Terzi di Sant’Agata resa alla Camera dei deputati nella quale ha annunciato le sue dimissioni. Dimissioni che non mi erano state preannunciate. Le valutazioni espresse alla Camera dal ministro Terzi,non sono condivise dal governo, come ha già dichiarato il Ministro Di Paola. Domani riferirò alla Camera e al Senato sull’intera vicenda”. Il premier sarà in Parlamento alle 15”.

Di Paola contro Terzi – Anche il Ministro Di Paola ha appreso con stupore la notizia delle dimissioni del Ministro degli Esteri: “Il ministro Terzi ha riferito i fatti e su questo siamo d’accordo. Io mi riferisco ai fatti e non alle valutazioni espresse dal ministro Terzi, che invece non sono quelle del governo. Sarebbe facile dimettermi ma non lo farò. Sarebbe facile oggi lasciare la poltrona che comunque a breve lascerò al nuovo ministro che arriverà. Sarebbe facile, no cost, ma non sarebbe giusto e non lo farò. Per me le istituzioni vengono prima delle emozioni”.

Matteo Oliviero