Inter, Cassano fuori un mese: in attacco resta solo Rocchi

Inter_Cassano_koInter, Cassano ko – La stagione di Cassano potrebbe essersi conclusa domenica sera, sul prato di San Siro, con un mese abbondante d’anticipo sulle previsioni. L’esito degli esami effettuati ieri pomeriggio, infatti, è stato quello più temuto: “I controlli effettuati su Antonio Cassano, in seguito all’infortunio rimediato ieri sera durante il primo tempo di Inter-Atalanta, hanno evidenziato una lesione miotendinea di secondo grado al bicipite femorale destro“, il comunicato apparso sul sito ufficiale dell’Inter. Per un problema muscolare di questo tipo, lo stesso accusato da Palacio dopo la sfida di Genova (rispetto all’argentino cambia solo la gamba), la prognosi è di circa 30-40 giorni.

L’Europa si allontana – Nella migliore delle ipotesi, il talento barese salterà le prossime cinque partite di campionato e, soprattutto, la semifinale di ritorno di Coppa Italia con la Roma, in programma fra otto giorni a Milano. Stramaccioni spera di recuperarlo in tempo per l’ultimissimo scorcio di stagione, magari per la finale di Tim Cup: fino ad allora, l’assalto ad un posto in Europa (verosimilmente quella meno prestigiosa: dopo il 3-4 contro l’Atalanta, la zona Champions è ad otto punti di distanza) sarà guidato da Tommaso Rocchi, unico attaccante arruolabile dopo i ko di Milito e Palacio e la sciagurata cessione di Livaja. Domenica sera, contro i bergamaschi, l’ex capitano della Lazio ha ritrovato il gol dopo 14 mesi di astinenza: il popolo nerazzurro si augura che sia stato il primo di una lunga serie.