Maratona Boston, morti e feriti durante la maratona più antica del mondo – #prayforboston (VIDEO)

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:32

La mappa delle esplosioni di BostonTorna l’incubo terrorismo negli Stati Uniti: ad oltre 10 anni dall’attacco alle Twin Towers che colpì New York, Boston diviene lo scenario di un attacco terroristico. Durante la maratona di Boston (la corsa agonistica più antica del mondo dopo la maratona di Atene) due ordigni sono esplosi causando (la cifra è ovviamente provvisoria, mentre fonti americane tendono ad aumentare il numero di colpiti) tre morti e oltre venti feriti: il bilancio sarebbe potuto essere decisamente più pesante, ma il pronto intervento degli artificieri ha fatto sì che altri due ordigni siano stati fatti brillare.

Le esplosioni (giunte a distanza di venti secondi l’una dall’altra) hanno coinciso con l’arrivo della maratona e rientrerebbero di fatto in una vera e propria strategia volta a colpire il maggior numero di persone: gli altri ordigni (poi fatti brillare, ad eccezione di uno che ha colpito la libreria JFK) avrebbero dovuto colpire anche i soccorritori, causando quindi inevitabilmente un maggior numero di vittime.

E’ ancora presto per ogni ipotesi (non è giunta nessuna rivendicazione per l’attacco), ma è difficile pensare non si tratti di un attentato di stampo terroristico. Per adesso, l’unica dichiarazione giunta dall’entourage della Casa Bianca è del vicepresidente Joe Biden: “Apparentemente c’è stato un attentato. Non conosco i dettagli sulle cause. Le nostre preghiere sono per i cittadini di Boston”.

In attesa di ulteriori aggiornamenti (mentre il livello di sicurezza a Washington e New York ha raggiunto il livello massimo), ci allineiamo alle parole di Biden e al tag che su Twitter sta  #prayforboston. Anche noi – come possiamo – lo faremo.