Emma Marrone tra omosessualità e la gente di Aradeo

Emma MarroneEmma Marrone gay? “Oggi sono cresciuta, mi sono accettata” – In una nuova intervista Emma Marrone, protagonista del settimanale “A”, si è raccontata ed ha parlato molto della sua vita e del suo aspetto fisico, riferendosi soprattutto al suo seno davvero grande. Inoltre ha affermato che ci sono persone che la ritengono gay.

La cantante, che in questo periodo è presente nel programma “Amici” ha parlato della sua vita passata e della sua famiglia, inoltre, nell’intervista, ha parlato come un fiume in piena di amore, sesso, amicizie: “Per anni sono andata avanti con l’autodistruzione rasandomi i capelli, assumendo atteggiamenti sempre meno femminili. In me si vedeva soprattutto la biondona, ho sempre avuto paura che la parte fisica sovrastasse quella artisitca”. Ma le cose sono del tutto cambiate: “Non mi voglio più difendere. Oggi sono cresciuta, mi sono accettata”. Inoltre, parlando del seno ha spiegato: “Ce l’ho e me lo tengo. E pensare che al ginnasio ero piatta come una tavola”. Oggi Emma Marrone è una star della musica ed ha realizzato il suo nuovo album “Schiena” che ha riscosso davvero molto successo.

Ha raccontato anche che negli anni precedenti ha fatto diversi lavori: “Dopo la scuola ho fatto di tutto, la commessa, la barista, la magazziniera, l’assistente degli anziani, era fondamentale avere una mia autonomia”. Riguardo alle voci sulla sua omosessualita ha affermato: “Quella è l’unica cosa che non mi ha mai preoccupata. Mi dispiaceva solo per i miei genitori, anche loro sbattuti in questo mondo. Ricordo che chiamai mio padre: ‘Se leggi qualcosa…’ lui mi ha subito bloccato: ‘Ascolta’, mi disse, ‘a me non importa se torni a casa accompagnata da un uomo o da una donna, per me è importante che tu sia felice’. Quindi se i miei genitori non mi giudicano a me di andare per l’Italia a dire sono etero, o sono omosessuale perchè mi raso i capelli e sono tatuata, non interessa. Ognuno pensi quello che vuole”. Continua affermando: “Davanti a una madre che arriva a partorire un figlio in bagno e lo butta, cosa me ne frega dello spread? Non succedeva ottanta anni fa, allora se li prendevano le vicine di casa. C’è qualcosa di più profondo che non sta andando. Chiediamoci cosa sta succeendo, ci sono delle rotture sociali delle quali si parla sempre meno”. Prosegue: “La gente di Aradeo mi ha sempre spronato e mi ha trasmesso la fame di uscire per riscattare la mia terra dai tanti luoghi comuni: il sud, i giovani che non lavorano… ma non è vero. Prendi mio fratello, in questo momento è elettricista per una società di impianti, ma ha fatto il parchettista, il muratore, ha preso il lavoro e non si è dato mai per vinto. Ed è felice, ma di lui non si parlerà mai”.