Quirinale, il Pd si ricompatta e candida Prodi. Voto all’unanimità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:47

prodiLa sorpresa del Pd – Pierluigi Bersani aveva parlato di grandi sorprese. La prima è stata presentata questa mattina e porta il nome di Romano Prodi.
Sarà lui il candidato del Pd come successore di Giorgio Napolitano.
La carta Marini, giocata inizialmente d’intesa con il Pdl, è stata definitivamente accantonata.
Il nome di Prodi è stato accolto da una standing ovation questa mattina all’assemblea dei grandi elettori del Pd, convocata da Bersani per trovare l’intesa e ricompattare il Partito Democratico.
La candidatura di Marini, infatti, aveva provocato una profonda spaccatura nel partito, numerose contestazioni all’interno e all’esterno del Pd.
Il nome di Prodi è uscito anche nella rosa dei 10 candidati del Movimento 5 Stelle, sarà possibile dunque l’intesa? Si vedrà, ciò che è certo è che il M5S al momento continuerà con la proposta di Stefano Rodotà.

Matteo Oliviero