Manette per Reese Witherspoon e Jim Toth

Reese Witherspoon e Jim TothAnche una nota star del cinema, Reese Witherspoon è stata arresta. L’arresto dell’attrice è avvenuto venerdì scorso in Atalanta, in Georgia. Reese Witherspoon è stata arrestata poichè aveva provato a fermare l’arresto del marito Jim Toth, che guidava in stato di ebrezza. Questo scoop è stato rivelato soltanto ieri, mentre l’attrice ed il marito erano a New York per la sua premiere del nuovo film ‘Mud’. I due erano insieme ad un collega, Matthew McConaughey.

La vicenda è accaduta nel momento in cui avrebbe cominciato a non ragionare più a causa dell’alcool, due agenti di polizia hanno fermato l’auto, ma la coppia non pensava fossero due veri e propri agenti di polizia. Jim Toth ha attaccato il poliziotto dicendo: “Non conosce il mio nome?” L’agente di polizia a questa domanda ha risposto: “No! Non ho bisogno di sapere il suo nome”. Intanto l’attrice Reese ha esordito: “Lo saprete chi sono e sarete su tutti i notiziari nazionali!”. Jim Toth e Reese Witherspoon sono stati portati alla centrale di polizia dove hanno passato solo poche ore e sono stati rilasciati per le ore 3.30 di notte, subito dopo l’accaduto la Reese non ha raccontato nulla ma solo ieri si è saputo l’evento che l’ha vista protagonista.

Dopo la disavventura avvenuta venerdì notte, l’attrice Witherspoon ha rilasciato un comunicato scusandosi: “In rispetto della situazione legale in corso non commento su ogni cosa riportata! Ma voglio dire che chiaramente avevo bevuto un drink di troppo e sono profondamente imbarazzata per le cose che ho detto. E’ stata sicuramente una situazione spaventosa ed ero spaventata per mio marito, ma questa non è una scusa. Sono stata irrispettosa verso l’ufficiale che stava facendo il suo lavoro. Le parole che ho usato quella notte sicuramente non riflettono quella che sono. Non ho nulla ma ho rispetto per la polizia e mi dispiace molo per il mio comportamento!”.