‘From Archive To Action’: grazie ai Fare Ala, Palermo e Catania si connettono (artisticamente)

From Archive To ActionUn filo rosso – fatto d’arte e di memoria – congiunge le due città più grandi della regione più grande d’Italia: Palermo e Catania (in ordine di dimensione) sono infatti i capoluoghi protagonisti della “mostra” intitolata ‘From Archive To Action’, messa in piedi dal collettivo transnazionale / palermitano Fare Ala ed ospitata in terra etnea da Parking 095 (all’interno dello spazio Bocs, sito ai margini del quartiere San Cristoforo). Il termine “mostra”, virgolettato per scelta, è evidentemente riduttivo e risulta ancor più riduttivo una volta giunti dentro il box che racchiude tutto il materiale raccolto dagli artisti di Fare Ala: si tratta piuttosto di una installazione in cui è possibile vedere il processo di ricerca che sta tanto dietro l’opera d’arte quanto il processo di creazione culturale in generale.

Nello specifico, dal ritrovamento di un archivio abbandonato ai Cantieri Culturali della Zisa a Palermo (archivio legato ad un’azienda catanese, i cui documenti si sono trovati a migrare nel capoluogo di regione) l’attivissimo collettivo è stato abile a far emergiere le molteplici storie dei singoli operai, dimostrando – ancora una volta – che la carta, se messa nelle condizioni di farlo, non solo canta ma può arrivare a narrare vicende personali che viceversa sarebbero cadute nell’oblio. Ma grazie alla ricostruzione fatta dai Fare Ala, fatta non solo di documenti burocratici, ma anche di foto, articoli di giornali dell’epoca, frammenti di conversazioni telefoniche con gli ex operai (ascoltabili attraverso un veccho apparecchio telefonico modificato ad hoc) e vario altro materiale, questa vicenda è stata sottratta al Lete.

Di fatto, questa installazione (termine forse poco più adatto) rappresenta un punto di partenza con tanti possibili sbocchi (per la “genesi di tante altrettante infinite opere”, per esempio, tra cui la struttura – fatta proprio di documenti – che verrà mostrata a metà maggio presso la ZAC di palermo); un punto di partenza che testimonia quanto due città distanti circa 200 kilometri, non lo sono poi così tanto e possono ritrovarsi unite nel segno della cultura e dell’arte.

Per chi volesse visitare ‘From Archive To Action’, può farlo fino all’11 maggio, prendendo un appuntamento. Per maggiori informazioni, il recapito telefonico è 3498654954: una telefonata è d’uopo, per dimostrare che l’interesse per l’arte e la cultura è vivo (e lotta insieme a noi).