Parola di Tifoso: Cagliari-Udinese, per i bianconeri una trasferta speciale

Cagliari-UdineseL’Udinese giocherà stasera alle 18 la sua trasferta più vicina. Un’ora da Udine allo Stadio Nereo Rocco di Trieste. Ma non sarà un derby perché la squadra di casa è il Cagliari sfrattato dalla sua isola per i problemi giudiziari legati allo stadio. Ma, inutile dirlo, per noi friulani udinesi giocare a Trieste non è mai scontato od insignificante. Ci sarà un’atmosfera irreale con uno stadio deserto ma pieno nelle due curve. Dal Friuli partiranno più di 2000 tifosi e non ci sarà il maxi esodo previsto e sperato.
Dopo l’apertura nei confronti dei tifosi residenti a Pordenone e Gorizia, accolta con un sospiro di sollievo dai sostenitori friulani, i biglietti disponibili al Rocco saranno 2300. Decisivo l’intervento della società attraverso una lettera del DG Franco Collavino al Questore di Trieste Padulano.
Nella conferenza stampa di ieri Francesco Guidolin si è detto dispiaciuto per queste limitazioni che “stanno allontanando le famiglie dagli stadi”ma ha affermato che la squadra sente il calore del tifo che la sosterrà in terra giuliana. “Sarà una trasferta speciale. Come a Parma in cui avevamo tanti tifosi al seguito, sentivamo una responsabilità maggiore. Speriamo di essere all’altezza delle aspettative. Ogni volta che abbiamo il nostro pubblico con noi ci sentiamo meno soli e l’atmosfera è sempre magica”.
L’Udinese potrà contare sulla formazione al completo. Sono rimasti a Udine solo Merkel e Ranégie. Una delle rare volte in cui il Mister avrà problemi di abbondanza. Chi giocherà in attacco? Muriel e Totò insieme? E Zielinski lascerà spazio a qualcun altro? Come toglierlo proprio ora? Bisognerebbe giocare in 15 per sfruttare al meglio l’ottimo stato di forma della squadra bianconera. Che è sbocciata come un fiore di pesco profumato dopo i grigiori invernali. E lo dicevamo noi che non può sempre piovere!
Il cielo è coperto su Udine ma il clima è caldo. Alle 14 moltissimi club partiranno con uno spirito festoso per tifare la loro squadra. Non per altri motivi. Siamo qui per te.
Dopo tre vittorie consecutive la squadra di Guidolin è chiamata a confermarsi. L’Europa aspetta e quando si è a mille è difficile fermarsi.
Alè Udinese. Noi ci proviamo.

Biancamaria Gonano