Serie A, Giudice Sportivo: 11 squalificati, 3 giornate a Pinilla

Serie_A_Giudice_SportivoSerie A – Sono 11 i giocatori squalificati dal Giudice Sportivo dopo le partite della 34^ giornata di Serie A. La sanzione più dura è stata comminata all’attaccante del Cagliari Mauricio Pinilla, espulso ieri nel finale della gara con l’Udinese e fermato per 3 giornate per avere “colpito con una gomitata alla schiena un calciatore avversario (Pinzi, ndr), senza conseguenze lesive“. Gli altri dieci giocatori, appiedati tutti per un turno, sono Giuseppe Biava della Lazio, Daniele Gastaldello e Angelo Palombo della Sampdoria, Kamil Glik del Torino, Marko Livaja dell’Atalanta, Giovanni Marchese del Catania, Michel Morganella del Palermo, Archimede Morleo del Bologna, Stevan Savic della Fiorentina e Simone Vergassola del Siena.

Meggiorini-Pogba, decisione rinviata – Il tecnico del Palermo Giuseppe Sannino, allontanato dall’arbitro Orsato durante l’incontro di ieri con l’Inter, se l’è cavata con un’ammonizione con diffida. Stessa pena per Franco Paleari (preparatore dei portieri rosanero), Massimiliano Catini (collaboratore tecnico di Stramaccioni), Alessandro Nista (preparatore dei portieri dell’Inter) e Roberto De Bellis (preparatore atletico del Catania). Ammonizione con diffida e ammenda di 5.000 €, invece, per il consigliere d’amministrazione del Palermo Giorgio Perinetti. In merito al presunto insulto razzista rivolto da Riccardo Meggiorini a Paul Pogba nel corso dell’intervallo del derby della Mole, Gianpaolo Tosel ha disposto “la trasmissione di atti al Procuratore Federale per gli opportuni accertamenti” per “acquisire eventuali ulteriori elementi di riscontro“.

Le società – Sono quattro i club multati dal Giudice Sportivo. Ammenda di 8.000 € al Milanper avere suoi sostenitori, nel corso della gara, indirizzato cori ingiuriosi nei confronti di un calciatore di altra società ed oltraggiosi nei confronti delle Forze dell’Ordine”; stessa sanzione per il Pescaraper avere suoi sostenitori, nel corso della gara, fatto esplodere nel recinto di giuoco alcuni petardi“; ammenda di 4.000 € al Napoliper avere suoi sostenitori, nel corso della gara, fatto esplodere nel recinto di giuoco due petardi“; ammenda di 3.000, infine, al Palermoper avere suoi sostenitori, dal 24° al 26° del secondo tempo, rivolto all’Arbitro un coro insultante“.