Serie A, Giudice Sportivo: 13 squalificati, tre giornate a Pogba

Serie_A_Giudice_Sportivo_PogbaSono 13 i giocatori squalificati dal Giudice Sportivo dopo le partite della 35^ giornata di Serie A. Campionato finito per il centrocampista della Juventus Paul Pogba, espulso durante la gara con il Palermo e fermato per tre giornate per avere “sputato contro un calciatore avversario“, nella fattispecie il rosanero Aronica. Due turni di stop, invece, per l’attaccante della Fiorentina Adem Ljajic, fermato “per avere, al termine della gara (con la Roma, ndr), al rientro negli spogliatoi, rivolto all’Arbitro un epiteto insultante“. Gli altri 11 giocatori, appiedati tutti per un turno, sono Federico Balzaretti della Roma, Luca Rigoni del Chievo, Nenad Tomovic della Fiorentina, Felipe del Siena, Alessandro Lucarelli del Parma, Kevin Prince Boateng, Maurizio Domizzi, Danilo e Giampiero Pinzi dell’Udinese, Massimo Donati del Palermo e Tiberio Guarente del Bologna.

Stangata per Guerini – L’allenatore della Fiorentina Vincenzo Montella, che al termine della sfida di sabato sera contro la Roma aveva protestato duramente contro Mazzoleni, è stato punito con un’ammonizione con diffida e 10.000 euro di multa per avere “rivolto all’Arbitro un’espressione ingiuriosa e degli ironici apprezzamenti“. Mano decisamente più pesante nei confronti di Vincenzo Guerini, club manager del club viola, inibito a svolgere ogni attività in seno alla F.I.G.C., a ricoprire cariche federali ed a rappresentare la società nell’ambito federale a tutto il 31 maggio 2013 per avere “al termine della gara, al rientro negli spogliatoi, rivolgendosi all’Arbitro, indirizzato agli Ufficiali di gara espressioni ingiuriose; recidivo“.

Le società – Sono sei i club multati dal Giudice Sportivo. Ammenda di 15.000 euro alla Romaper avere suoi sostenitori lanciato un petardo nel settore occupato dai sostenitori della squadra avversaria, con lievi conseguenze lesive per uno di essi; per avere inoltre lanciato un fumogeno sul terreno di giuoco“. Ammenda di 10.000 euro all’Interper avere suoi sostenitori, in tre occasioni, indirizzato ai sostenitori della squadra avversaria cori ingiuriosi costituenti espressione di discriminazione territoriale“. Ammenda di 5.000 euro per la Fiorentinaper avere suoi sostenitori indirizzato reiteratamente all’Arbitro cori insultanti; recidiva“. Ammenda di 5.000 euro per il Napoliper avere suoi sostenitori lanciato un fumogeno nel settore occupato dai sostenitori della squadra avversaria“. Ammenda di 3.000 euro per il Cataniaper avere suoi sostenitori indirizzato reiteratamente ad un Arbitro addizionale cori insultanti“. Ammenda di 2.000 euro, infine, per la Juventusper avere suoi sostenitori rivolto un coro insultante ad un calciatore della squadra avversaria“.