Home Tempi Postmoderni Scienze

Mamme del duemila: i sintomi dell’ovulazione, ovvero i metodi migliori per beccare la cicogna

CONDIVIDI

mamme_del_duemila

Scorsa settimana abbiamo parlato di noi donne alla ricerca disperata della cicogna, oggi cerchiamo di conoscere insieme i metodi migliori per beccarla.

Conosci i sintomi dell’ovulazione? Questa piccola guida potrà esserti utile.

METODI GRATUITI
1) Cambiamento del muco cervicale: Se non siamo nel periodo fertile il muco cervicale appare appiccicoso o cremoso, o può essere addirittura completamente assente. Quando si avvicina il periodo dell’ovulazione invece il muco cambia nella quantità e nella consistenza, di solito diventa più abbondante assumendo una consistenza cremosa o a bianco d’uovo ed è in grado di elasticizzarsi per tre o quattro centimetri tra le dita.
2) Variazione della temperatura basale del corpo: Nella prima fase del ciclo (fase follicolare o preovulatoria) la concentrazione di progesterone presente è molto ridotta, per cui la temperatura si mantiene bassa mentre, dopo l’ovulazione (fase luteale o postovulatoria), quando la concentrazione di progesterone si incrementa, anche la temperatura basale aumenta di qualche decimo di grado e si mantiene più alta rispetto a tutti i valori della fase preovulatoria, fino alla mestruazione successiva( Se la temperatura non si abbassa vuol dire che siamo riusciti a beccare la cicogna). Per una corretta misurazione si comincia dal 1º giorno del ciclo e si procede fino alla comparsa della mestruazione successiva. La misurazione può essere effettuata con un normale termometro per via vaginale, rettale o orale. È preferibile misurare la temperatura sempre alla stessa ora, ma comunque dopo almeno 4-5 ore di sonno ininterrotto.
3) Lievi dolori: Alcune donne nel periodo dell’ovulazione hanno piccoli dolori alla pancia, simili a quelli provati durante il ciclo mestruale. Tuttavia non si ha la certezza della causa di questa manifestazione dolorosa, non è chiara la correlazione cronologica con l’ovulazione: il dolore potrebbe indicare l’imminente ovulazione o l’avvenuta ovulazione.

METODI A PAGAMENTO
1) Kit per la verifica dell’ovulazione: è un kit simile a un test di gravidanza basta urinare su un bastoncino, si fanno una volta al giorno a partire da una settimana prima della prevista ovulazione. Ci sono due linee sulla striscia del dispositivo, quando la linea di test è più scura della linea di controllo, il test ha rilevato un aumento dell’ormone LH indicando l’imminente ovulazione, avendo rapporti nelle successive 24/48 h si ha un alta probabilità di rimanere incinta.
Spero che questa guida vi aiuti a conoscere meglio il vostro corpo….e come sempre IN BECCO ALLA CICOGNA!

A cura di ‘Noi donne mogli mamme’