Letta presenta il programma delle riforme: Imu e Cig in Cdm già venerdì

l43-letta-ministri-spineto-130512201316_mediumLe mosse del governo Letta – Il neo premier Gianni Letta, riunito a Spineto con i Ministri, detta le prossime mosse del suo governo, che si muoverà inizialmente tra disoccupazione, in particolar modo quella giovanile, Imu e riforma della politica.
Dal meeting di Spineto, infatti, ha spiegato Letta, sono uscite nuove idee e decisioni “assunte insieme, che applicheremo insieme”.
Letta descrive così i prossimi quattro punti: “Più lavoro per i giovani, il decreto Imu in fase di finalizzazione, un pacchetto di agevolazioni fiscali per gli italiani che vogliono fare e l’avvio di una riforma della politica che arrivi a un punto di non ritorno” entro i 100 giorni”.
Già nel prossimo Consiglio dei Ministri di venerdì potrebbero essere sciolti i nodi che riguardano la sospensione dell’Imu e la Cassa Integrazione, con particolare riferimento alle fonti di finanziamento di queste due voci.
Il governo, spiega ancora Letta, si occuperà poi di cambiare la legge elettorale, abolendo definitivamente il Porcellum e il finanziamento pubblico ai partiti: “Con questa legge elettorale non si può andare a votare, è ciò che vogliamo escludere. Quindi in tempi rapidi possiamo avere una rete di protezione, di cui si occuperà il ministro Quagliariello, per la quale non ci sia la paura, se succedesse l’imponderabile, di andare a votare con questa legge”.
Per realizzare questo programma le porte saranno aperte anche all’opposizione, con cui il governo dovrà necessariamente confrontarsi.

Matteo Oliviero