Home Notizie di Calcio e Calciatori Serie A Serie A, trentasettesima giornata, il pagellone dell’ignoranza – il top e flop...

Serie A, trentasettesima giornata, il pagellone dell’ignoranza – il top e flop più amarcord del web

Jerry Calà versione calcistica

Giunti alle penultima giornata, manca solo un verdetto: quale sarà tra Fiorentina e Milan la terza compagine italiana a giocare in Champions League durante la prossima stagione? In attesa di scoprirlo, abbiamo scoperto chi giocherà di sabatò l’anno prossimo: oltre che il Pescara, autore di una annata quasi disastrosa, raggiungono la cadetteria Siena (che senza i punti di penalizzazione sarebbe ancora in lotta) e Palermo (sconfitto dalla Fiorentina grazie alla rete di Luca Toni, idolo dei rosanero nell’anno della promozione dalla B alla A). Per il resto, parecchia noia: la Juve non ottiene l’agognato record di punti appartenente alla versione guidata da Capello, facendosi stoppare in casa (1-1) da un indomito Cagliari; l’Inter ottiene – toh – un risultato positivo pareggiando 0-0 contro il Genoa (lo stesso risultato dei cugini rossoneri nel posticipo contro la Roma, match che delude le aspettative, tranne che per le copiose polemiche) e l’Udinese, con l’ennesima vittoria consecutiva, si avvicina al ritorno in Europa.

Ma adesso lasciamo la parola alla penultima puntata stagionale del Pagellone dell’ignoranza, a cura della fanpage dedicata al calcio più novanta che ci sia (più novanta financo di Jerry Calà, che alla fine è un po’ troppo ottanta) .


BRONZE – NAPOLI

Ancora una stagione da incorniciare per il Napoli di Mazzarri. Record di punti. Record di vittorie. Cavani capocannoniere della Serie A. Record di orologi scippati. Record di minorenni mulatte punite da Zuniga. Nonostante il futuro sia ancora un grande punto di domanda, il Napoli onora fino alla fine il campionato asfaltando l’arrendevole Sampdoria davanti ad un San Paolo pieno. Squadra quadrata e talentuosa. Se De Laurentis riuscirà a trattenere Cavani e Mazzarri, il prossimo sarà un anno pieno di soddisfazioni per i tifosi partenopei. Grava ti amiamo anche noi. Voto 7,5.

SILVER – DI NATALE
Antonio è ormai un highlander del pagellone dell’ignoranza. Talento cristallino, Di Natale sta al calcio come Selen stava alla fellatio. Contro l’Atalanta segna l’ennesima doppietta stagionale e per il quarto anno consecutivo supera i venti gol in campionato. Ambasciatore del calcio di qualità e portabandiera dell’euro Udinese. Chapeau. Voto 9.

GOLD – SIENA
Primo posto del pagellone dedicato al Siena di Iachini che lotta fino alla fine per restare in Serie A. Squadra dal cuore grande che con i sei punti di penalità ora sarebbe piu’ che salva a discapito del Genoa. Noi del Nicolone mandiamo un grosso in bocca al lupo ai bianconeri e soprattutto a Emeghara che indeciso se avvilirsi per la retrocessione oppure se festeggiare per la sua ottima stagione, nel dubbio quest’estate lavorerà al bagno ventidue di Riccione con il solo intento di battere il record di austriache punite da Gigione nell’estate del 1983. Ci vediamo tra un paio di stagioni. Voto 9,5.

FLOP – RAZZISMO
Milan – Roma doveva essere una sfida tra due ottime squadre alla ricerca disperata dei tre punti e invece nella notte milanese il calcio si è dovuto arrendere ancora una volta alla stupidità di tifosi ingnoranti e razzisti. Sembra incredibile che nel 2013 ci sia ancora gente che da peso al colore della pelle. Eppure è cosi. Amarezza e tristezza. Voto 0.