Grillo: Chi si tiene la diaria è fuori dal movimento

Beppe Grillo

 

La lunga discussione avviata nel Movimento 5 Stelle sul tema della diaria sembra essere giunta a una conclusione. In una riunione convocata ieri a Montecitorio, i deputati hanno scelto di premiare la linea di maggioranza (sostenuta dallo stesso Beppe Grillo) che prevede la restituzione della diaria non rendicontata. Stando ai beninformati, però, la decisione non sarebbe stata presa all’unanimità e avrebbe lasciato strascichi di incomprensione tra i “malpancisti” della prima ora.

In attesa di comprendere se l‘affaire diaria ha davvero “lesionato” la coesione interna del movimento, Beppe Grillo ha scelto di non starsene con le mani in mano. Impegnato in un nuovo breve tour elettorale (che si concluderà a Roma) in vista delle amministrative di fine mese, il blogger ha ripreso il camper e ha ieri raggiunto Avellino“Chi vuole tenersi i soldi se li terrà – ha detto ritornando sulla questione diaria – Vuole fare carriera? Si mette fuori da solo”. “Ci fanno la battaglia sulla diaria perché uno o due hanno protestato – ha continuato il “megafono” del M5S – ma ci sono ragazzi bravissimi. E invece vanno a cercare i due-trecento euro di chi ha detto non ce la faccio”.

“Contro di noi ci sono i poteri forti: la stampa, gli hacker, siamo in una guerra spietata – ha continuato Grillo nel suo intervento ad Avellino – Adesso però basta, se vogliono i dossier li faremo anche noi. Vediamo chi sono i parenti di De Benedetti, facciamo i dossier sui giornalisti che fanno talk show sparando cose in diretta senza verificare prima. Useremo le stesse armi, basta prendere le botte: ora reagiamo. Se vogliono la guerra – ha rimarcato il genovese – ce l’avranno”. Parole “incendiarie”, che l’animatore del M5S ha cercato di temperare con una precisazione: Contro di noi è in atto una cosa spregevole, da qualsiasi punto di vista la si guardi – ha ribadito – Siamo e sono arrabbiato, ma non nutro odio“. 

E sulle prime mosse del governo Letta“Hanno fatto copia e incolla del nostro programma per rubare un anno di tempo – ha affondato Beppe Grillo – Usano i pulmini, non vogliono andare più in televisione: chissà dove hanno preso queste idee?”.