MTV Spit, il vincitore della seconda puntata è Fred De Palma

Mtv SpitProsegue su MTV il programma che porta il rap (e, nello specifico, le battle di freestyle) nelle case di tutti gli italiani: parliamo di ‘MTV Spit’, programma condotto da Marracash che tante critiche – rivoltegli sopratttutto dai puristi del genere – porta con sé.

Critiche legate alla presenza di giudici (figura assolutamente insolita in contest di questo tipo) e alla competenza degli stessi: in occasione della seconda puntata, hanno ricoperto il ruolo di giudici Max Pezzali, Morgan (in una mise quantomeno eccentrica), Paola Zuckar ed Ensi; persone probabilmente stimabili (la stima, d’altra parte, è sottoposta al relativismo) ma assolutamente distanti dal mondo del rap (tranne nel caso di Ensi, ovviamente).

Ad ogni modo, la seconda puntata del programma è stata vinta dal torinese Fred De Palma (grande amico di Ensi), giunto in finale dopo aver eliminato il tarantino Mouri; l’altro finalista, il milanese Nerone, era giunto in finale dopo aver battuto Nazo di Torre Annunziata (mc e producer di enorme spessore; è sembrato abbastanza fuori luogo averlo visto sul palco di ‘MTV Spit’): tutte le sfide hanno visto il giudizio dei giudici equamente diviso tra i contendenti e sono quindi state decise dal supporto sonoro del pubblico, la cui rilevazione – affidata ad un apparecchio elettronico i cui risultati sono stati verificati dal solo Marracash  – appare per lo meno dubbia.

Anche questo è un elemento (oltre alla spasmodica brandizzazione Puma e alla succitata scelta di giudici outsider) che rende ‘MTV Spit’ un programma che lascia il tempo che trova (ovvero il tempo fra una puntata del Jersey Shore e di un ‘Diario di una Nerd superstar’: non dobbiamo dimenticarci che questi sono gli standard di MTV).

E oltre a lasciare il tempo che trova, lascia frattanto una domanda: ‘MTV Spit’ sarà utile per la diffusione del rap o si tratta piuttosto della sua cannibalizzazione?