Salerno, il sindaco De Luca dice la sua (anche sull’IMU) attraverso Facebook

Su Facebook ha parlato il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca spiegando la questione Imu: “Più ancora di altre tasse, l’IMU è una tassa odiosa. Ma vale circa 24 miliardi: in un contesto come quello europeo, nel quale non si possono fare conti falsi, la questione va gestita con equilibrio e responsabilità. Già la sola eliminazione della rata di Giugno obbligherà a reperire 2 miliardi che i Comuni perdono, e bisognerà evitare che vengano recuperati sotto forma di altri tributi o di taglio dei servizi. Io continuo a credere che l’IMU sulla prima casa, almeno per l’80-90% della popolazione, vada eliminata. Ma credo che, in questo contesto, non si possa andare oltre l’eliminazione della rata di Giugno”. Inoltre De Luca ha parlato anche di altri argomenti: “L’aspetto positivo è che c’è un accordo tecnico, che era la parte più delicata, con le Ferrovie dello Stato e l’agenzia di controllo della sicurezza. Si è convenuto che la metropolitana può essere attivata adottando anche alcuni accorgimenti in materia di sicurezza. Lavoreremo affinchè nei prossimi giorni il lavoro sia formalizzato e siglato anche da Ministro e Regione Campania. Il servizio costerà 2-3 milioni di euro per il primo anno. Voglio chiarire che la frequenza dei treni sarà di circa 15-20 minuti: è chiaro che, una volta attivato il servizio, si potrà regolare il tutto in base ai flussi di viaggiatori”. Parlando anche dei lavori della difesa litorale De Luca ha affermto: “Contavamo di far partire subito i lavori di protezione del litorale, per cui abbiamo avuto un finanziamento di 15 milioni. Dalla Regione, però, ci hanno detto che manca il parere di una autorità di controllo. Questo passaggio dovrebbe avvenire il 22 Maggio, solo allora si potrà completare l’iter amministrativo e si potrà subito dopo far partire la rata. Se i tempi amministrativi sono questi, noi i fondi europei non li spenderemo nenache nel 3000”.

Inoltre per quanto riguarda la sanità, il sindaco ha spiegato anche: “La vicenda del San Leonardo è sconcertante: già siamo in ritardo e anzichè fare una normale concertazione con il Rettore, si procede alla nomina di un commissario, che peraltro è il precedente direttore generale; il tutto, peraltro, è stato contestato dal Tar. Per quale ragione non ci si può sedere ad un tavolo e decidere d’intesa con il Rettore quale sia la soluzione più adeguata per una azienda ospedaliera che è divenuta anche universitaria?”. Per i Pagamenti PA e Patto di Stabilità, De Luca ha dichiarato: “La decisione del Governo di sbloccare i pagamenti delle PA alle imprese è un primo passo importante verso la ripresa. Il Comune di Salerno avrà la possibilità di mobilitare parecchi milioni, che ci saranno erogati in due rate: salvo urgenze, bisognerà pagare le imprese in ordine cronologico. L’aspetto importante è che si inizia a immettere nel circuito economico milioni di euro che danno respiro alle imprese. Altro elemento decisivo che resta è l’ipotesi di allentamento del Patto di Stabilità: se non c’è maggiore flessibilità, si possono avere soldi disponibili ma non li si può utilizzare. Ovviamente sono soldi prestati dalla Cassa Depositi e Prestiti e che andranno restituiti; ma di certo si da respiro a tante amministrazioni.

E, ovviamente, bisognerà iniziare a intervenire sulla spesa pubblica: su 800 milioni di spesa, qualcosa si dovrà pur riuscire a tagliare. Se vogliamo trovare risorse, un taglio alla spesa pubblica inutile dovremo pur deciderci a farlo. Sono curioso, per esempio, di vedere come si risolverà la vicenda delle Province”. Inoltre parlando delle Opere Pubbliche ha affermato: “La Stazione Marittima ha ormai imboccato la strada conclusiva. Sarà un gioiello e un attrattore turistico di valore mondiale.

Il 21 maggio il Provveditorato alle Opere Pubbliche approverà definitivamente il finanziamento per la conclusione della Lungoirno con lo sfondamento del fascio binario: per la prossima primavera completiamo un’altra opera fondamentale.

Più complicato è il discorso sulla Cittadella Giudiziaria, per il quale si dovrà ragionare a livello nazionale. Cercherò di fare da tramite con il Ministero di Grazia e Giustizia per verificare la possibilità di adottare misure non troppo pesanti per il bilancio dello Stato. Noi avevamo pensato di fare una permuta con la palazzina di via Rafastia, che già è utilizzata per uffici giudiziari, e la tipografia Volpe, destinata anch’essa ad uffici giudiziari. Questi due edifici valgono almeno 15 milioni, si potrebbe fare un’asta per metterli in vendita. Il Ministero obietta che questi immobili non si possono vendere perché hanno una destinazione vincolata a edilizia giudiziaria. È ovvio che si venderebbero per reperire risorse per completare la Cittadella, ovvero per rispondere alla stessa funzione: non dovrebbero esserci problemi, ma siamo in Italia…Dietro tutte queste procedure complicate non ci sono esigenze di controllo della trasparenza e della legittimità degli atti, ma solo la volontà di settori della burocrazia centrale di tenere le mani su tutto; questo perché complicare i problemi dà potere discrezionale e potere di prendere tangenti.

Si stanno esaminando i progetti per la riqualificazione di Santa Teresa. A fine mese si inaugurerà la nuova entrata nord della città in via Risorgimento. Entro settembre si completa il San Nicola. Contiamo di reperire altre risorse dal Provveditorato per completare l’Umberto I.

Molti dimenticano che abbiamo alle spalle, e viviamo ancora, una crisi spaventosa: quello che siamo riusciti a fare a Salerno in questo periodo è un miracolo doppio. Se fossimo stati in un periodo normale avremmo già concluso tutto da tempo, ma dal 2007 ad oggi è venuta la fine del mondo”.

Inoltre il sindaco De Luca ha affermato di non aver capito qualcosa riguardo a ‘Piazza della Libertà‘: “Non ho ben capito cosa sta facendo un consulente che è stato nominato in relazione al contenzioso fra il progettista e l’impresa. Spero che siano liberate quantomeno le aree di contorno del cantiere, in modo tale che i lavori possano andare avanti almeno nei punti in cui non ci sono prove tecniche da effettuare. Mi auguro che non saremo costretti a restituire i finanziamenti alla Comunità Europea, questo sarebbe un delitto per la nostra comunità. Comunque, mese prima o mese dopo, anche quest’opera dovrebbe sbloccarsi. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha individuato il Comune di Salerno come unico ambito territoriale del Sud Italia, con numero di abitanti tra 100.000 e 300.000, per l’azione sperimentale di monitoraggio dell’attuazione delle nuove linee di indirizzo per l’affidamento familiare. È un motivo di grande orgoglio per noi, per le cooperative sociali, per i nostri dirigenti, per l’assessorato, essere un modello per le politiche sociali. Andremo avanti in questa direzione. Grande soddisfazione anche per il premio del CoReVe per la raccolta differenziata del vetro. I cittadini saranno premiati con uno spettacolo gratuito di Zelig in Piazza Amendola il prossimo 24 maggio. Esprimo solidarietà ai lavoratori del Cstp. Visti i tagli nazionali e lo scarso aiuto della Regione, se non ci si decide ad avere dirigenti all’altezza dei problemi delle aziende saremo sempre in una situazione di grande sofferenza”. Infine ha parlato del Raduno Bersaglieri: “Bellissima l’immagine della città piena di bandiere tricolori. È un evento di grande rilevanza dal punto di vista economico, ma anche dal grande valore ideale, soprattutto in questo momento difficile per la nazione. Possiamo e dobbiamo ritrovarci e sentirci un unico popolo, un’unica patria”.