Festa nazionale dei “bomber”, al Neverland “Chiamarsi bomber” incontra Giorgio Alfieri

 Il count down segna finalmente zero, o giù di lì. L’evento più atteso dai bomberoni di mezzo web è ordunque giunto: si terrà stasera il primo raduno nazionale dei bomberoni adepti della community più “cùl” del momento, “Chiamarsi bomber tra amici senza apparenti meriti sportivi”.
Location del grande evento, uno di quelli che fermano una nazione intera, sarà il “Neverland” di Stradella (nel pavese), pronto per vedere ‘spaccarsiammerda’ orde di bomberoni orfani del campionato e assetati di alcolici per non pensare alla disgraziata circostanza.

Come se non bastasse, ciliegina sulla torta della serata sarà la presenza di un vero bomber di razza, l’indimenticato guascone del Cervia Giorgione Alfieri, che dalle alterne fortune sul rettangolo verde è transitato con maggior successo al programma Uomini e Donne, trovando amore e famiglia.
La serata si annuncia senza dubbio frizzante (per usare un eufemismo), e sarà un bel modo per festeggiare il successo che la fanpage marchiata bomberismo sta mietendo in maniera sempre più decisa. Oltre 130.000 fan, volumi di crescita costanti e un attento monitoraggio di Twitter e affini per scovare le migliori pose dei bomber 2.0: il successo dei “bomber” sul web è ormai chiaro.
E allora tutti al Neverland stasera, provando a seguire le orme dell’indiscusso re di tutti i bomber Bobone Vieri, vero fuoriclasse fuori e dentro il campo.