Calciomercato_Milan_SeedorfCalciomercato Milan – Doveva essere un incontro a tre, con Berlusconi da una parte, Allegri dall’altra e il mediatore Galliani nel mezzo, con l’arduo compito di convincere il presidente che silurare l’allenatore non è la scelta migliore. Invece no, il numero uno rossonero ha dato buca e il meeting in programma oggi pomeriggio si è trasformato in un romantico tête-à-tête tra l’ad e il tecnico, che teoricamente stanno dalla stessa parte ma che finiranno per andare in direzioni opposte. Allegri confermerà il suo desiderio di restare, ponendo come condizione inderogabile il rinnovo del contratto che gli scade tra un anno; Galliani sarà costretto a seguire la linea del suo presidente e quindi, a meno di clamorosi colpi di scena, gli indicherà la porta d’uscita.

Georgia galeotta – Allegri cadrà in piedi, perché a Roma lo aspettano un contratto ricchissimo (biennale da 3,5 milioni a stagione?), un progetto intrigante e, dettaglio non trascurabile, un patron meno ostile di quello con cui ha a che fare da due anni a questa parte. Il Milan farà un bel salto nel buio, perché il successore del livornese è già stato scelto e non è esattamente un tecnico esperto: non sarà Donadoni, che piace solo a Galliani e quindi è destinato a restare a Parma, bensì Clarence Seedorf, l’uomo scelto in tempi non sospetti dal presidente. Questa notte l’olandese non ha preso parte alla super sfida tra il suo Botafogo ed il Santos (vinta comunque 2-1 dai suoi compagni): alla scusa dell’attacco influenzale credono in pochi, il sospetto è stia preparando il terreno per il commiato al club brasiliano. Domani Galliani volerà a Tbilisi dove, coincidenza, è atteso anche l’olandese, uno degli invitati all’addio al calcio di Kaladze: l’incontro giusto per definire il nome del prossimo allenatore del Milan potrebbe tenersi in Georgia.