Rimborsi elettorali, Letta: Camere approvino ddl. M5S: Legge truffa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:53

l43-roberta-lombardi-130304203619_mediumLetta: Mantenuta la promessa – Il premier Enrico Letta ha espresso grande soddisfazione per il ddl sui finanziamenti ai partiti, approvato stamane dal Consiglio dei Ministri: “Abbiamo mantenuto la promessa“.
Ovviamente il ddl per essere approvato definitivamente dovrà arrivare al vaglio dei partiti stessi: “Confido che l’approvi rapidamente, perché questo disegno di legge serve per ridare credibilità alla politica. La coesione politica della maggioranza è stata importante su questo tema. Voglio ringraziare i partiti perché è un passo che i cittadini aspettavano”.

M5S: Legge truffa – I deputati del M5S mettono in guardia i cittadini contro la legge truffa varata dal governo:  “La legge-truffa è una presa in giro per i cittadini che continueranno a pagare per far campare i partiti. Di fatto a riempire le casse delle forze politiche saranno sempre gli italiani tramite risorse che saranno sottratte al bilancio dello Stato”.
Il Movimento si scaglia, infatti, contro il 2×1000 che dovranno donare gli Italiani scegliendo il partito a cui destinare i soldi: “Non solo il finanziamento ai partiti non avrà efficacia hic et nunc, come invece previsto dalla proposta di legge a 5 stelle, dato che si spalma su tre anni, ma con la misura sull’inoptato i partiti imporranno una sorta di prelievo forzoso ai contribuenti. Proprio come accade con l’otto per mille alla Chiesa, infatti, il due per mille non espressamente destinato alle forze politiche sarà comunque distribuito ai partiti, entro una certa quota, in modo proporzionale rispetto alle somme stanziate in via esplicita.
Equivale a dire: o me li dai o li prendo da me. In questo modo le forze della maggioranza tentano di salvare le penne. Sanno bene, infatti, che se i cittadini potessero decidere in piena libertà, lascerebbero questi partiti a bocca asciutta”.

Matteo Oliviero