Home Spettacolo Musica Tornano gli SLAYER sul palco dell’Atlantico Live (foto)

Tornano gli SLAYER sul palco dell’Atlantico Live (foto)

Sono di scena a Roma, di nuovo dopo due anni, gli Slayer, band nata a Los Angeles nel 1981, 
per una serata all’insegna del thrash metal old school…ed in questa serata il ricordo del compianto Jeff Hanneman, chitarrista fondatore insieme a Kerry King, di questa band californiana, capostipite del metal degli 80’s.
 
Oltre a presentare i brani del gia noto lavoro World Painted Blood (dato alle stampe nel 2009) nell’attesa del nuovo album in lavorazione, il quartetto (che ha visto alle pelli un valido sostituto dell’amato dai piu Dave Lombardo) ha presentato brani storici come, per citarne solo alcuni, South Of The Heaven, Reign In Blood, dedicati proprio all’estinto amico e compagno di viaggi on the road Hanneman, morto per insufficienza epatica causata dal morso di un ragno nella sua abitazione nella California Meridionale.
 
L’Atlantico live – noto club della capitale che offre durante tutta la stagione validi live di nomi noti nazionali ed internazionali – è colmo, in ogni ordine di posto, di metalheads accorsi da tutta la regione per ascoltare dal vivo una delle band imponenti (insieme a Metallica, Megadeth, Testament e Antrax) della musica metal estrema.
 
Ed in effetti l’atmosfera che si respira è proprio quella da tuffo indietro negli anni – o negli annali – della musica dalle sonorità speed e d’impatto, dai testi forti (anche se per molti anni criticati e ‘additati’ da molti), ma che da sempre contraddistinguono Tom Araya (basso e voce) e soci, anche se giunti all’età matura – termine valido per rispetto più che dovuto – continuano a mantenere il posto sul trono dedicato ai ‘Master of Thrash’ mondiali.
 
Un pubblico di ogni età e generazione quello di lunedì (tra i giovani appena entrati negli ‘enti’ e quelli che hanno appena sorpassato la linea degli ‘anta’) pronto a rendere omaggio, ed in ferma e trepidante attesa del nuovo lavoro di questo gruppo, che dopo 30 anni di carriera ancora stupisce ogni ascoltatore, anche questa sera, in un’ora e trenta minuti di energia allo stato puro…
oggi come allora, oggi piu di allora…senza dubbio e con grande rispetto…
questi sono gli Slayer signori…
non dimentichiamocelo…
Recensione  a cura di : Cristiano Iacovazzo
Fotografie di: Ombretta Ciarrocchi