Home Notizie di Calcio e Calciatori

Inter, Thohir in pressing: subito il 60% del club e 6 indonesiani nel CdA

CONDIVIDI

Inter_ThohirInter Erik Thohir ha alzato il pressing. Un pressing gradito, per una volta, anche a chi lo sta subendo. Il magnate indonesiano non sembra orientato ad accontentarsi di una quota di minoranza delle azioni del club per poi superare, nell’arco di pochi anni, la fatidica soglia del 51%. Il suo obiettivo è quello di mettere le mani sulla maggioranza fin da subito, da quest’estate, raggiungendo una quota pari ad almeno il 60% entro la fine di luglio. A dispetto della prudenza di Massimo Moratti (“Nei giorni a venire ci saranno altri incontri, ma siamo lontani dalla definizione“), la settimana appena iniziata potrebbe essere decisiva per il futuro della società che gestisce dal febbraio del 1995.

Debiti – Nelle prossime ore gli uomini di fiducia di Thohir sbarcheranno a Milano per affrontare con il presidente nerazzurro gli argomenti più delicati legati al passaggio di consegne. Oltre che sulle quote azionarie, il discorso verterà sul peso che l’uomo di Giacarta avrà all’interno dell’Inter. La presidenza del club rimarrà nelle mani di Moratti, ma il Consiglio d’Amministrazione cambierà alcuni padroni: il magnate indonesiano vuole far sue (almeno) 6 delle 14 poltrone che in questo momento lo compongono, per poi affidarle ad altrettanti uomini di sua fiducia ed aggiudicarsi così una bella fetta del potere decisionale della società. Oltre a chiedere, naturalmente, Thohir dovrà impegnarsi a dare: nello specifico, un bel mucchio di quattrini, utili a ripianare parte dei debiti che in questi anni l’Inter accumulato con le banche. Quelli per il mercato, almeno per quest’estate, bisognerà reperirli altrove.