Juventus, Fernando Llorente si presenta: “Essere qui è un sogno”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:40

Juventus_Fernando_LlorenteScusi, Llorente: perché ha scelto la Serie A, un campionato in declino, e non, per esempio, la Premier League inglese?“. “Semplice: perché in Italia c’è la Juventus“. Se voleva sciogliere i cuori dei suoi nuovi tifosi, l’attaccante spagnolo ha scelto le parole giuste: poche, chiare, dirette. Poi, parlando un italiano già assolutamente apprezzabile, ne ha aggiunte altre. Forse più romantiche, probabilmente studiate: “La Juventus è una grandissima squadra, per me è un sogno indossare la maglia bianconera“. Un sogno realizzato subito, al termine della conferenza stampa e poi sul prato dello Stadium: sulle spalle del 28enne centravanti di Pamplona ci sarà il 14, “un numero che mi piace molto“.

Obiettivo tricolore – Nel giorno della sua presentazione ufficiale, Fernando Llorente ha dimostrato di avere le idee chiare. A chi gli ha chiesto se la Juve abbia le carte in regola per primeggiare in Europa, lo spagnolo ha risposto puntando il tricolore: “La Champions League è una competizione difficile, in cui giocano squadre molto forti. Io voglio aiutare la squadra a conquistare il terzo scudetto consecutivo, impresa che manca dal 1935“. Specificato anche l’anno, lezione di storia (juventina) imparata a dovere: alzino la mano i fan bianconeri che sapevano che l’ultima Juve capace di fare filotto era stata quella del quinquennio.

No a Jovetic – Le domande a Beppe Marotta non sono mancate. Dopo aver presentato il secondo nuovo acquisto dell’estate (“Un attaccante totale, che aumenta il livello qualitativo del reparto offensivo. Oltre che per le qualità tecniche ci ha impressionato per quelle professionali, anche per questo gli abbiamo fatto firmare un contratto di quattro anni“), il dg ha parlato di quelli che potrebbero arrivare da qui a fine mercato. Jovetic, a quanto pare, non farà parte della lista: “Era un’ipotesi che avevamo provato a seguire, ma ci sono grandi difficoltà di rapporti con la Fiorentina: in attacco siamo a posto così“. Diverso il discorso legato ad Ogbonna, che a breve potrebbe cambiare sponda del Po: “Abbiamo iniziato una trattativa con Cairo, ci rivedremo nei prossimi giorni. Non è un segreto, il difensore del Torino è un nostro obiettivo: intendiamo portarcelo a casa“.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!