La7: arrivano Paragone e Sottile

Urbano Cairo

 

Il nuovo presidente de La7, Urbano Cairo, ha presentato ieri  a Milano il palinsesto autunnale dell’emittente. Tra i “confermati”: la storica conduttrice di Otto e mezzo, Lilli Gruber, l’ideatore di Servizio Pubblico, Michele Santoro, il padrone di casa di Piazza Pulita, Corrado Formigli, e il comico Maurizio Crozza, che con il suo show del venerdì sera ha assicurato ascolti stellari alla rete.

Accanto alle “colonne” de La7 – tra le quali va menzionato anche Enrico Mentana, direttore del pluri-premiato tg – si schiereranno le “nuove leve”: il giornalista Salvo Sottile (in arrivo da Rete4) e Gianluigi Paragone (da Rai2). Mentre il “veterano” Gad Lerner ha preferito congedarsi da La7, dopo 12 anni di proficua collaborazione, perché “non trovo saggio invecchiare davanti a una telecamera”, ha spiegato.

“L’ho detto in tutti i modi che non sono berlusconiano – ha dichiarato in conferenza stampa Cairo – Credo che l’ultima cosa che mi rimanga da fare sia vestirmi da uomo sandwich e andare in giro per la città con la scritta: la linea editoriale non cambia”. Quanto alla contabilità, il presidente de La7 non ha fatto mistero delle oggettive difficoltà e ha annunciato tagli in specifiche voci del bilancio. Come quella relativa agli spostamenti in taxi“Il nostro obiettivo non è quello di contenere i costi dei programmi che vanno bene, che devono essere anzi potenziati – ha spiegato Cairo – bensì di tagliare costi e inefficienze che sono cresciuti a dismisura, tipo i 500 mila euro di taxi all’anno che sono, se vogliamo, un fatto emblematico”.