Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Berlusconi conferma: Ho fiducia nei giudici della Cassazione

CONDIVIDI

Silvio Berlusconi

 

Fiducioso e tranquillo: sono questi gli aggettivi che Silvio Berlusconi, in un  colloquio avuto ieri con Paolo Guzzanti e pubblicato oggi su Il Giornale, è tornato a utilizzare per descrivere il suo stato d’animo. A due settimane dalla sentenza della Cassazione che potrebbe “inchiodarlo” alla sua condanna per frode fiscale, il Cavaliere centellina le dichiarazioni pubbliche ostentando fair play e cautela.

Anche perché, stando alla sua lettura dei fatti, le condanne (in primo e secondo grado) che gli sono state inflitte non hanno nulla di sensato. “Nelle casse dello Stato ho versato nove miliardi di euro. Dico: nove miliardi – ha raccontato a Guzzanti l’ex premier – E io, che non c’entro più niente con Mediaset, mi sarei messo a trescare loscamente per farmi uno sconto di sette milioni e mezzo su oltre mezzo miliardo?”. “Possibile che nessuno veda questa follia? – ha affermato il presidente del Pdl – Per questo ho fiducia nei giudici della Cassazione”.  

“Ho fiducia nella ragionevolezza, ho fiducia che ci siano anche magistrati – ha dichiarato il Cavaliere – che amministrano la giustizia senza pregiudizi“. “Io confido che i magistrati della Cassazione leggano e valutino le carte insieme a tutti gli elementi che servono per un giudizio sereno – ha insistito Berlusconi – E un tale giudizio non può che essere favorevole, ma non per un atto di bontà”. 

A impensierirlo sarebbero piuttosto le “bordate” di alcuni “falchi”“Certe volte – ha osservato l’ex premier – quelli che vorrebbero agire come miei sostenitori accaniti, quelli più schierati e magari anche più affettuosi, prendono posizioni esterne ed estreme che poi vengono attribuite a me. E questo certe volte mi fa venire i brividi”. “Non mi aiuta e non aiuta secondo me la giustizia – ha ribadito l’ex premier – Tutto ciò che è urlato, da destra o da sinistra, alla fine crea soltanto danni“.

Quanto al governo, Silvio Berlusconi ha confermato il suo più leale sostegno alla squadra di Enrico Letta che, a suo giudizio, dovrebbe guardarsi da ben altre insidie. “Il governo semmai mi sembra logorato a sinistra – ha dichiarato il presidente del Pdl – ha gravi problemi su quel lato perché bisogna vedere come si risolveranno i loro conflitti interni, del Pd intendo, e che cosa farà Renzi“.  “Mentre io sono tranquillo – ha ribadito sul finale il Cavaliere – loro, nel Pd, sono agitatissimi e questa agitazione fa male al governo e di conseguenza fa male al Paese”.

 

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram