Gli SKA-P infiammano il palco del PostePay Rock In Roma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:14

Tornano sul palco del PostePay Rock in  Roma, a poco dal loro ventennale di attività, la band madrilena degli SkaP.

Forti di successi ballati da tutti gli amanti del genere e con un un nuovo disco, 99%, uscito lo scorso marzo, ci deliziano con una serata dalle tinte solari ma allo stesso tempo molto impegnata: i messaggi di impegno sociale e di ‘lotta’ la fanno da padrona, sposandosi, allo stesso tempo, con un ‘crossover’ di ska e post-punk.

Attiva fin dal 1994, la band in concerto stasera all’Ippodromo delle Capannelle, nasce a Vallecas, quartiere operaio alla periferia di Madrid: un posto con alle spalle una duratura tradizione anti dittatura. 

Pubblica il primo disco (dal titolo omonimo) definito, però, dagli stessi SkaP, un fallimento. Grazie, però, alla considerevole attività live, la band guadagna popolarità, conquistando il pubblico con il loro sound, che fa da colonna sonora a liriche politicizzate ed antagoniste.

Il primo successo, ‘Cannabis’, che rivendica la legalizzazione della marjiuana (nel 1996) lancia gli otto madrileni verso il successo in tutta la Spagna e anche in Sudamerica, confermandoli come una valida attrazione soprattutto nei concerti, nei quali la band da il meglio di sè mettendo in scena – cosi come questa sera – show divertenti e trascinanti: i membri sono inarrestabili, conivolgenti…e piacevoli sono anche le ‘coreografie’ messe in atto dai costumi rappresentanti messaggi a tinte forti, sempre di impegno sociale o politico.

L’affermazione degli SkaP arriva con ‘Planeta Eskoria’, del 2000, contenente molte delle loro hit più richieste, e  successivamente la consacrazione definitiva giunge con ¡¡Que corra la voz!! del 2002, album definito come maggior successo discografico della band.

Dopo un breve periodo di separazione (tra il 2003 e il 2008) questi pazzi ispanici sono tornati piu carichi che mai, pronti ad infiammare i palchi e a far divertire tutti gli amanti dello ska, con uno spettacolo decisamente di alto livello.

 

 

Recensione  a cura di : Cristiano Iacovazzo
Fotografie di: Ombretta Ciarrocchi

 

 

 

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!