Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Lega: Tosi chiede scusa alla Kyenge

CONDIVIDI

Tosi e Kyenge

 

A tentare la difficile riconciliazione tra il Carroccio e il ministro dell’Integrazione, “bersagliata” da attacchi razzisti sferzati da molti lumbard, è stato il sindaco di Verona, Flavio Tosi. Il “maroniano” di ferro, che ha incontrato ieri Cecile Kyenge nella sua città, ha formalizzato le sue scuse nei confronti del ministro, cercando di mettere una pezza ai reiterati “scivoloni” di colleghi di partito e militanti che hanno indisposto al tal punto la Kyenge da spingerla a non partecipare a una festa organizzata dalla Lega a Cervia.

L’incontro si è consumato nel corso della cerimonia di inaugurazione dell'”Africa Summer School” di Verona. “Le porgo le mie scuse – ha detto Tosi alla Kyenge – se qualcuno della mia parte politica l’ha offesa e se qualcuno non le ha fatte, fermo restando che in democrazia si possono avere idee diverse. Ma il rispetto come ministro e, soprattutto, come persona e come donna – ha sottolineato il dirigente della Lega – è una cosa dovuta”.

“Tra il segretario Roberto Maroni e il ministro Cecile Kyenge – ha poi chiosato il sindaco di Verona – non c’è stata una polemica aspra. C’è stato qualcuno che nella Lega Nord, in maniera stupida, ha sbagliato insultando il ministro. E la Lega – ha sottolineato Tosi – ha preso provvedimenti”.

Le pubbliche scuse formalizzate dal primo cittadino di Verona sono state apprezzate da Cecile Kyenge che è, però, tornata a incalzare il segretario del Carroccio, Roberto Maroni. “Il messaggio del sindaco Flavio Tosi ha la sua importanza – ha riconosciuto in serata il ministro – ma sappiamo anche che importanza ha il messaggio di un leader di un partito politico”. Come dire che a chiudere la questione potrà essere soltanto una dichiarazione ultimativa del nuovo segretario federale.