Post-sentenza, Epifani a Letta: Non farti logorare

Epifani

 

Un faccia a faccia per commentare i “sommovimenti” seguiti alla condanna in via definitiva di Silvio Berlusconi e per scambiarsi reciproci incoraggiamenti in questa fase di grande “nervosismo” politico e sociale. Il segretario del Pd, Guglielmo Epifani, e il premier Enrico Letta si sono incontrati ieri per fare il punto della situazione.

“A Letta ho fatto presente la nostra preoccupazione per le polemiche dopo la sentenza della Cassazione, polemiche che sono andate oltre il segno, oltre il dovuto”. A riferirlo ieri ai cronisti incontrati dopo il faccia a faccia con il presidente del Consiglio è stato il “traghettatore” democratico, Guglielmo Epifani, che ha destinato un esplicito “rimbrotto” agli alleati del Pdl.

“Ho dato un incoraggiamento al presidente del Consiglio perché si trova ad operare nel cuore più profondo della crisi – ha aggiunto Epifani – Il governo non può né deve farsi logorare dalle polemiche che abbiamo visto in questi giorni”. “Serve responsabilità e fermezza e saper dire anche dei no – ha affermato l’ex segretario della Cgil – e la capacità di essere in grado di dare le risposte migliori per imprese, giovani e famiglie”.

Parole che il presidente del Consiglio sembra aver fatto sue. Nel corso di un incontro pubblico che si è svolto ieri sera a Bolzano, infatti, Enrico Letta ha scandito: “Non mi farò logorare. A me non interessa lavorare per durare un giorno in più. Il tema principale – ha messo in chiaro il premier – è realizzare il programma, dando agli italiani cose che possano toccare con mano”.