Cinquanta sfumature di grigio, il film: minacce all’attore Charlie Hunnam

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:50

Charlie-HunnamE’ stato il fenomeno editoriale degli ultimi anni e ora diventerà un film, stiamo parlando di “Cinquanta sfumature di grigio”, un libro erotico sentimentale che ha sbancato il mercato editoriale di moltissimi paesi. Da diversi mesi si parlava dell’eventualità di farne un film e, dopo il toto attore, finalmente è arrivata la conferma il film di farà e gli attori scelti sono stati Charlie Hunnam e Dakota Johnson. Le riprese partiranno ad inizio novembre ma già da adesso si parla moltissimo della pellicola, tra gossip, rumors e proteste. Gli attori hanno scelto di fare una sessione di lavoro sui personaggi prima di accettare la parte e alla fine l’autrice del libro, E.L. James, li ha scelti per i ruoli di Anastasia e Christian. In effetti i due ragazzi sono adattissimi al ruolo, visto che il protagonista maschile viene descritto come: “bello da morire. Alto, ha una ribelle chioma biondo rame scuro e intensi, luminosi occhi grigi” mentre Anastasia è “diafana ragazza castana con gli occhi azzurri, troppo grandi per il suo viso”.

Entrambi gli attori hanno carisma, energia ed esperienza, visto che Dakota Johnson, ha 23 anni, ma ha già fatto il suo debutto sul grande schermo all’età di 10 anni accanto alla madre Melanie Griffith. Mentre Charlie è stato il protagonista di molte pellicole, tra cui in gioventù anche scene di nudo e di sesso. Tutto ciò però non basta ai fans del libro/film, visto che a quanto pare le proteste si stanno triplicando, quella che era iniziata come una raccolta di firme per sostituire gli attori, si è trasformata poche settimane fa in una petizione che ha raggiunto quota 100.000 firme. Il pubblico evidentemente preferiva attori come Henry Cavill, Jake Gyllenhall, James Franco, Emma Roberts, Felicity Jones o Mila Kunis, tutte persone che si diceva partecipassero ai casting ma la Universal ha fatto scelte diverse e ha preferito investire su Dakota e Charlie. Non essendo ascoltati i fans da ieri hanno cominciato a contestare sul web e gradualmente le lamentele si sono trasformate in vere e proprie minacce nei confronti di Charlie Hunnam che hanno costretto la produzione preoccupata ad affidargli bodyguard.

In particolare, in occasione della premiere di “Sons of Anarchy” a Los Angeles, sarebbero state raddoppiate le misure di sicurezza proprio per tutelare l’attore da eventuali malintenzionati. Nel frattempo una nuova petizione è stata messa online per chiedere di affidare i ruoli a Matt Bomer e Alexis Bledel, promettendo in caso contrario di boicottare la pellicola nelle sale. Intanto l’attore, chiuso nella sua casa di campagna con la fidanzata, non commenta le critiche, le minacce e i bodyguard, spiega solo di non leggere i giornali e riconferma il suo impegno per prepararsi al ruolo di Mr Grey. Il film uscirà 1° agosto 2014 negli Stati Uniti mentre in Italia il 18 settembre.