Da Barbara a Francesca: tutte le donne del presidente

Berlusconi e Pascale

 

Che il percorso umano, politico e giudiziario di Silvio Berlusconi sia segnato dalla presenza di molte donne, è un dato di fatto. Il presidente della ri-nata Forza Italia ha sempre vantato un rapporto preferenziale con il gentil sesso che, come rinomato, gli ha anche procurato ansie e preoccupazioni. Da Noemi Letizia a Patrizia D’Addario, fino a Ruby e alle “olgettine” al libro paga del suo contabile, il Cavaliere si è sempre circondato di donne preoccupandosi poco (forse) delle possibili conseguenze.

Da quando l’ex moglie, Veronica Lario, decise di denunciare pubblicamente (sul quotidiano La Repubblica) il suo sdegno per gli atteggiamenti fedifraghi del consorte (definito “drago” a cui si sacrificavano le “vergini”), la sfera privata del Cavaliere si è fatalmente mischiata con quella pubblica creando un corto-circuito che ha finito per aizzare le diverse tifoserie. Chi ha sempre apprezzato Berlusconi, lo ha sostenuto con ancora più tenacia; chi non lo ha mai amato, si è convinto della sua “pochezza” anche a livello umano.

Le donne del presidente sono state e continuano ad essere tante. Non c’è evento o iniziativa pubblica a cui, ad esempio, l’ex premier prenda parte senza l’inseparabile Maria Rosaria Rossi. La deputata segue Berlusconi come un’ombra e si è, per questo, guadagnata il titolo di “badante”. Al fianco del Cavaliere dentro i palazzi istituzionali, ma anche dentro quelli privati dove, come è noto, hanno accesso solo pochi fedelissimi. Tra questi, ovviamente, i figli, con la primogenita Marina che, stando ai beninformati, ha sempre occupato un posto speciale nel cuore del leader di centrodestra. Ma a guadagnare la scena, ultimamente, è stata anche la trentenne Barbara, sul cui possibile “debutto” in politica, si è recentemente favoleggiato.

Intervistata ieri da Ballarò“Io sono intervenuta per rispondere a coloro che vogliono ribaltare la verità – ha messo in chiaro la giovane Berlusconi – La storia di mio padre è politica e imprenditoriale, non di certo criminale“. “Di errori ne facciano tutti, ma negli ultimi 20 anni, nel panorama politico europeo – ha spiegato la figlia dell’ex premier – non esiste leader contro il quale sia stato impedito di governare, nonostante il consenso”.  

Per non parlare della giovanissima compagna del Cavaliere, la 27enne Francesca Pascale che, insieme al cane Dudù, avrebbe allietato la “prigionia dorata” di Berlusconi nella villa di Arcore nel difficilissimo mese di agosto. Intervistata da Vanity Fair, la Pascale ha rivelato i dettagli più teneri della loro relazione: “Ero minorenne quando mi sono messa in testa di arrivare a lui”, ha detto. “Prima mi limitavo a stargli vicino, a condividerlo, a mandare giù rospi, ma il mio amore – ha rivendicato con orgoglio la compagna di Silvio Berlusconi – mi ha portato all’esclusività e alla felicità di oggi”. “L’ho cercato, l’ho corteggiato, l’ho fatto innamorare e l’ho fatto fidanzare – ha aggiunto la giovane campana di Fuorigroatta – Praticamente ho fatto e faccio tutto io: lui deve solo dire di sì”Un sì che sembra puntare ai “fiori d’arancio” e spianare la strada a una nuova tappa importante del Berlusconi privato. E di quello pubblico.