Sindaco di Albano su Priebke: alle Fosse Ardeatine domani nuove manifestazioni

20131015_185106

Dopo che oggi era stata presa in tutta fretta la decisione di far celebrare le esequie funebri di Erich Priebke ad Albano Laziale, se ne è data notizia “all’ultimo minuto” senza che le prevedibili proteste potessero allestirsi in pompa magna. Ma ugualmente l’intero pomeriggio è trascorso con le strade bloccate dalle proteste e dalle forze dell’ordine nella tranquilla cittadina di Albano, e con il monastero dove ha avuto luogo il rito tuttora presidiato al suono dei cori che inneggiano: “A mezzanotte, uscirete a mezzanotte”, intonati dalla popolazione verso i pochi che si trovano all’interno della cancellata del monastero dei Fratelli Levebvriani di San Pio X, nel centro cittadino. E nuove manifestazioni di dissenso si stanno organizzando per i prossimi giorni presso le Fosse Ardeatine e nel cimitero di Albano.

Il sindaco: “Dolore profondo”. – E’ presente nella calca furibonda anche il sindaco Nicola Marini, che in tono pacato ma molto contrariato risponde alle domande dei giornalisti. “E’ un dolore profondo. Non ce lo saremmo aspettati, e non lo meritiamo in considerazione del ruolo che ha avuto Albano nella lotta partigiana (la città ebbe la medaglia d’argento al valore della Resistenza, n.d.r.). Siamo allibiti e sconcertati”. Però domani, a funerali ormai avvenuti, il Sindaco, la sua giunta daranno luogo a manifestazioni e proteste meglio organizzate di quella che si è improvvisata in fretta e furia oggi, di fronte al monastero che ha ospitato le esequie dell’ultimo minuto. Si tratta di provvedimenti, secondo il sindaco Marini, dovuti alla memoria dei caduti e atti a scongiurare l’ipotesi di tenere la salma ad Albano per sempre. “Sono presenti oggi anche gli altri sindaci dei dintorni, tutti mi hanno espresso solidarietà – dice ancora Nicola Marini – e l’intero territorio dei Castelli Romani, fatto di città oggi tranquille e che hanno dato il loro tributo durante la lotta antifascista, è contrario a quest’evento. Noi tutto il possibile lo abbiamo fatto, ci siamo opposti attraverso un’ordinanza che il prefetto di Roma ha annullato, ma continueremo a manifestare dissenso.”.  E qualche altra amara considerazione di Marini: “Era una cosa che in origine doveva restare segreta, e invece tutta questa esibizione sta diventando strumentale anche dal punto di vista politico”.

Proteste di Sindaco e giunta dei prossimi giorni. – Domani mattina la giunta di Albano Laziale organizzerà delle pacifiche manifestazioni antifasciste in onore dei caduti dei Castelli Romani nella zona delle Fosse Ardeatine, avvalendosi anche del sostegno e della collaborazione della comunità ebraica di Roma. Ci saranno anche raduni di fronte alle tombe dei caduti di Albano, per ricordare il ruolo della città durante la Resistenza, e per opporsi fortemente all’eventuale decisione di seppellire il feretro di Priebke sul territorio.