Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Legge Stabilità, M5S sbugiarda il governo: I tagli alla sanità ci sono

CONDIVIDI

 

“I conti quadrano senza aumentare le tasse e senza tagli sulla sanità”: con queste parole, un moderatamente soddisfatto Enrico Letta illustrava una settimana fa l’impianto generale della legge di Stabilità. Un provvedimento che, secondo il premier, inverte significativamente la rotta evitando di tagliare su quei servizi sociali (in primis quello sanitario) di cui i cittadini dovrebbero agevolmente disporre.

Ma per il Movimento 5 Stelle si tratta dell’ennesimo “proclama”. “A reti unificate – hanno denunciato ieri i deputati “pentastellati” – è stata diffusa la strepitosa notizia che nella legge di Stabilità non compaiono i temutissimi tagli alla sanità“. “Alla fine si scopre che il governo ha mentito ancora, come ormai sua abitudine – hanno rincarato i 5 Stelle – La legge di Stabilità non ha neppure quel misero lato positivo: i tagli alla sanità ci sono eccome. Ma furbamente, sono stati inseriti a partire dal 2015, in modo da poter affermare in tv la solita mezza verità in stile terza elementare: ‘Non ho mangiato le caramelle… oggi'”.

“Un taglio di oltre un miliardo di euro colpirà il personale dipendente e convenzionato del SSN (Servizio sanitario nazionale, ndr) – hanno precisato i “cittadini” del M5S – In particolare, riguarderà il blocco dell’indennità di vacanza contrattuale fino al 2017″.