Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Pdl litigarello: 24 senatori bacchettano i “falchi”

CONDIVIDI

Silvio Berlusconi

 

Mai più critiche distruttive al governo: è quanto hanno chiesto 24 senatori del Pdl ai più insofferenti tra i loro colleghi di partito. L’ultima tensione tra “governisti” e “falchi” si è consumata ieri, mentre Silvio Berlusconi – ad Arcore con familiari e avvocati – pensava verosimilmente a risolvere le sue grane personali.

La nota congiunta diffusa ieri dai 24 – tra i quali spiccano i nomi di Andrea Augello, Roberto Formigoni, Carlo Giovanardi e Maurizio Sacconi – ha di fatto interrotto la “pace apparente” che sembrava essersi instaurata nel partito, all’indomani del voto di fiducia all’esecutivo. “Non è più possibile tollerare la critica distruttiva e permanente (di parte del Pdl, ndr) – hanno lamentato i filo-governativi – alla legge di Stabilità e all’operato del governo di cui 5 nostri ministri fanno parte e a cui abbiamo riconfermato la fiducia, su indicazione dello stesso presidente Berlusconi. Il confronto nel nostro gruppo e nel nostro partito – hanno evidenziato i senatori del Pdl – deve riacquistare correttezza”.

Un “rimbrotto” vero e proprio ai cosiddetti “falchi” che, con i loro giudizi impietosi sulla nuova manovra (e non solo), attentano – secondo i “governisti” del Pdl – alla tenuta delle “larghe intese”. A reagire in maniera più che energica all’iniziativa dei 24, è stato il coordinatore nazionale del Pdl, Sandro BondiNon dubito che il segretario Alfano e il capogruppo Schifani – ha commentato – vorranno stigmatizzare la dichiarazione di 24 senatori Pdl, fatto gravissimo in quanto espressione di una corrente organizzata, attraverso cui si pretenderebbe di limitare in modi e toni inusuali – ha osservato stizzito Bondi – il libero e legittimo confronto apertosi nel nostro partito sulla legge di Stabilità”.

 

 

 

 

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram