Home Notizie di Calcio e Calciatori Serie A

Serie A, Parola di Tifoso: tra Juventus ed Europa League, i viola tra entusiasmo e concentrazione

0
CONDIVIDI

Firenze gode, gode tantissimo. E come potrebbe essere altrimenti? Era dal lontano 13 dicembre 1998 che la Fiorentina non batteva la Juventus al Franchi. A ricordarci che quella volta segnò l’indimenticabile bomber argentino Gabriel Omar Batistuta ci hanno pensato i “simpaticissimi” Tevez e Pogba, che si sono distinti per fantasia ed intelligenza esultando con la sua ‘mitraglietta’ nel suo stadio, fra la sua gente. Che dire, l’hanno fatta proprio grossa. In ogni caso, non tutto il male vien per nuocere e allora, a dar ragione al “Bastano i nostri colori a farvi sentire inferiori” scritto in uno striscione affisso sotto la Fiesole, è arrivata pronta la reazione di orgoglio di Firenze e degli undici leoni che la rappresentano: il risultato finale è un memorabile 4-2 per la Viola, con marcatori Rossi -autore di una tripletta- e Joaquin. Domenica 20 ottobre 2013 è stata la giornata del delirio e della goduria più assoluta: ho visto anziani in lacrime che non volevano lasciare lo stadio al termine della partita, caroselli improvvisati per le strade, signori in giacca e cravatta trascinati dall’entusiasmo di un piazza che da troppo tempo aspettava di veder cadere l’acerrimo nemico in casa sua. Già, signori in giacca e cravatta come i fratelli Della Valle che si sono trovati a saltare coi tifosi al “Chi non salta bianconero è”. E’ certo che questo Fiorentina-Juventus non potrà essere dimenticato, nè domani, nè dopodomani, nè il mese prossimo, nè mai (semplicemente). Però la stagione non finisce qui. Questa vittoria sulla carta ci dà solo 3 punti: non abbiamo conquistato nè una qualificazione a una coppa europea, nè tantomeno un trofeo.

A proposito di Europa, stasera la Fiorentina affronterà al Franchi i rumeni del Pandurii (ore 21.05) in una gara che potrebbe risultare fondamentale per il passaggio ai sedicesimi di finale della vecchia Coppa Uefa. Montella darà spazio al turn-over e quindi ai vari Alonso, Bakic e Matos che faranno rifiatare alcuni degli eroi di domenica. Al momento i viola sono soli in testa alla classifica del Gruppo E, forti delle vittorie contro Paços Ferreira e Dnipro; un’ulteriore successo ci permetterebbe di affrontare con maggiore disinvoltura i prossimi impegni di campionato contro Chievo Verona, Napoli e Milan.

Avanti Viola!

Michela Magonio per Fiorentina: la mia Nazionale