Serie A, undicesima giornata 2013/14: il pagellone dell’ignoranza – il top e flop più amarcord del web

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:00

Dopo il turno infrasettimanale (roba che nei ’90 non avremmo mai immaginato anche se – magari – ci avrebbe dato gioia un poco di calcio in più, specie se parliamo di quel calcio screstato), siamo giunti all’undicesima giornata: a metà ormai del girone d’andata, la Roma viene stoppata per la prima volta (anche per merito del giocatore eletto top in questa occasione) e Juventus e Napoli si avvicinano alla vetta (superando di misura rispettivamente Parma e Catania). Dietro, continuano a vincere e ad inseguire con convinzione l’Inter di WM (corsara a Udine) e l’Hellas Verona del buon Mandorlini (proveniente dall’inizio di quegli anni da noi più amati). In coda, da segnalare il 4-3 con cui il Sassuolo supera la Sampdoria – raggiunta a quota 9 – e con cui sembra dire: “Non sono la Reggiana 1996/97”, nonostante giochi nello stesso campo (la differenza la fa l’assenza di Simutenkov, con ogni probabilità).

Ma lasciamo la parola all’unico vero e originale pagellone dell’ignoranza, a cura di Football Nostalgia Novanta – Storie senza tempo di un calcio senza creste, la pagina gestita dagli amici del Nicolone (di cui ci sentiamo di far parte) che ogni giorno ci regala perle di un calcio d’antan. Che tanto ci manca.

TOP – CERCI LA FURIA

Il Top questa settimana se lo porta a casa Alessio Cerci, che se continua così dovremo chiamare AC11, ma visto che ci vengono i brividi giù fino al colon solo a pensare a Cristiano Ronaldo, preferiremmo chiamare il nuovo Rizzitelli; uno capace di piallare 30 reti in due stagioni, stessa faccia con la voglia di passera pressofusa sottopelle e stessa squadra di onanisti attorno, capaci di trascinare il Toro in serie B. Una furia in campo contro la Roma, a differenza degli altri dieci morammazzati con cui ha poco a che spartire se non una metà del campo, dove rimangono rintanati per la maggior parte del match. Sarà che la Roma è la squadra dove è cresciuto e dove ha imparato presto le gioie del prestito a squadre minori, preso in affitto da mezza serie B come l’utero di una fertile donna ucraina e regolarmente rimbalzato a fine stagione, domenica sera ha bruciato i terzini della Maggica come fossero verruchette sul ditone. Non osiamo immaginare come potrebbe vendicarsi se la sua strada dovesse incrociarsi con quella del Geniale Ranieri, che a Cerci aveva cosparso di bostik la panchina, tanto è bravo a riconoscere talenti inespressi. E poi Cerci ci ricorda troppo la brutale ignoranza del Bobone Vieri a metà carriera, la sua difficoltà nell’esprimersi correttamente e quel capello che sfida le leggi del gusto di almeno 3 secoli. Top meritatissimo con tanto di abbraccione da tutti i regaz. Talento. Voto 8.

FLOP – BALOTELLI

Uomo dotato di un antipatia da ergastolo, il Balo la scorsa stagione ci aveva abituato ad eccessi e figuracce extra calcistiche alternati a prestazioni e gol da fuoriclasse. Quest’anno sembra invece che l’ex Manchester abbia trovato l’equilibrio giusto per dare costanza alle proprie imprese. Ragazzo normale, quasi noioso, senza cresta nè orecchini, nella vita di tutti i giorni, e giocatore normale, per niente decisivo, assolutamente noioso, sul rettangolo verde. Noi amici del Nicolone siamo legati a personaggi del passato borderline. Gente che alternava risse a Coppe Campioni, ragazzoni da bar con la passione per il calcio. Geni che nonostante gli eccessi riuscivano a regalare sprazzi di calcio meravigliosi. Cantona, Maradona, Asprilla, Gazza. Solo per citarne alcuni. A noi questo Balo “normale” fa schifo. Più di un pornello con Cicciolina e Apolloni. Di un Mario versione ragazzo/giocatore “normale” non ce ne facciamo niente. Vogliamo orge interracial alternate a gol di tacco. Week-ends con il morto alternati a entrate a due piedi. Porca troia abbiamo bisogno di qualcosa che, in un calcio che ci convince sempre meno, ci faccia battere forte il nostro cuore di nostalgici. Normale. Voto 4

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!